Jannik Sinner racconta un aneddoto riguardo l'esperienza avuta con Rafael Nadal



by   |  LETTURE 16109

Jannik Sinner racconta un aneddoto riguardo l'esperienza avuta con Rafael Nadal

Jannik Sinner è uno degli atleti più discussi di questo 2021, un giovane talento che tanti si aspettano possa esplodere a breve e che ogni volta entra in campo desta davvero tanta curiosità. Il giovane azzurro è stato protagonista recentemente nel Miami Open, primo Masters 1000 della stagione, che lo ha visto cedere solo in finale in un inedito incontro con il polacco Hubert Hurkacz.

Sinner ha però mostrato lampi del suo talento nelle vittorie contro avversari molto insidiosi del calibro di Karen Khachanov e dello spagnolo Roberto Bautista Agut, attuale numero 11 della classifica Atp. Prima dell'ultima edizione degli Australian Open Jannik Sinner ha avuto un importante opportunità, ovvero quella di allenarsi insieme all'ex numero uno al mondo e vincitore di ben 20 titoli del Grande Slam Rafael Nadal.

Man mano la crescita del giovane ragazzo della scuderia Piatti è sempre più evidente e l'azzurro a 19 anni e 7 mesi ha già conquistato due titoli Atp, quello di Sofia dello scorso anno e quest'anno, a Melbourne, al Great Ocean Road Open, dove ha battuto in finale il connazionale Stefano Travaglia.

Le parole di Sinner sugli allenamenti con Rafael Nadal

I colleghi di EssentiallySports hanno riferito alcune dichiarazioni di Jannik Sinner circa l'allenamento con Rafael Nadal prima degli Australian Open: "Con Rafa è stata una delle esperienze migliori della mia carriera, giocare insieme ad un tennista che ha vinto 20 Slam è fantastico e per me è stato un onore allenarmi con lui.

Rafa è molto umile e chiunque ne parla come una persona fantastica. L'ho già fatto ma voglio nuovamente ringraziarlo per avermi scelto come sparring partner per due settimane" Nel corso della sua ancora breve carriera Jannik Sinner ha sfidato una sola volta Rafael Nadal, ai Quarti del Roland Garros scorso, dove l'azzurro ha creato qualche grattacapo ma non è riuscito a fermare l'ascesa del 're della terra battuta' che vinse quell'incontro con il risultato di 7-6;6-4;6-1. In questo momento l'azzurro fa parte della Top 30 mondiale.