Daniil Medvedev parla della strategia per provare a battere Jannik Sinner sull'erba

Il russo, che ha perso le ultime cinque partite contro l'italiano, ritiene che il colpo basilare sarà il servizio

by Andrea Tebaldi
SHARE
Daniil Medvedev parla della strategia per provare a battere Jannik Sinner sull'erba
© Adam Pretty-Getty Images

Daniil Medvedev è stato in campo pochissimo nel suo match di ottavi di finale. Il bulgaro Grigor Dimitrov si è ritirato nel primo set sul punteggio di 5-3 per il tennista russo per un problema al ginocchio dopo una caduta nel sesto game.

Medvedev sfida ora nei quarti di finale di Wimbledon Jannik Sinner. Medvedev ha parlato della partita con Dimitrov in conferenza stampa: "Prima di tutto preferisco che nessuno si infortuni, questo è certo. Né io, né il mio avversario.

Una vita senza infortuni è bella, ma questo è lo sport. Domani (oggi, ndr) colpiremo di più e saremo pronti per la prossima partita”. L'avversario è ben noto, Jannik Sinner che l'ha sconfitto nella finale degli Australian Open con l'italiano che dopo aver perso le prime sei partite di fila contro Medvedev ha una striscia aperta di cinque successi di fila col tennista russo.

"Ci siamo allenati con Jannik qui prima del torneo – ha detto Medvedev -. È stato un set fantastico. Ho perso cinque volte, quattro di queste sono state partite lottatissime. A Pechino ci sono stati due tiebreak, a Vienna è stata una partita pazzesca e a Torino è stata una partita equilibrata.

A Miami ha vinto facilmente. Sull'erba, sono sicuro che cercherò qualcosa di nuovo, spero di giocare bene, il servizio è importante sull'erba. Cercherò di sorprenderlo e metterlo in difficoltà. Sono sicuro che lui farà lo stesso.

Spero che sia una bella partita. Cercherò di dare il massimo per vincere".

Daniil Medvedev: "Jannik Sinner gioca meglio e sbaglia di meno"

"Quando Jannik è arrivato nel circuito, tutti sono rimasti sorpresi da quanto velocemente corre e da quanto forte colpisce da tutte le posizioni in campo.

Appena ha smesso di sbagliare come faceva agli inizi è diventato molto difficile batterlo. Ora gioca meglio e sbaglia di meno. Prima il suo servizio non era così buono". Medvedev parla della strategia di gara e del colpo che ritiene sarà decisivo in questa sfida: "Penso che il servizio sarà molto importante.

Chi riesce a servire bene avrà un grande vantaggio. Roger e Novak non servono a 230 chilometri orari, ma sono molto precisi. È difficile fare loro il break ed è difficile batterli. Ecco perché hanno vinto così tante volte.

Questo è quello che devo fare contro Jannik: devo servire bene, se lo farò avrò delle occasioni nella partita. Mi sento bene mentalmente, in buono stato. Mi sento forte, non vedo l'ora di giocare contro il numero 1 del mondo".

Viene chiesto a Medvedev come si gestisce una situazione di cinque sconfitte di fila con lo stesso avversario: "Più batti un avversario, più ti viene l'idea che l'altro è nei guai. Più perdi, più diventa difficile perché pensi di dover fare meglio.

Parleremo molto con la mia squadra. Video, non lo so, perché è erba, è diverso. Durante la partita sarà importante anche adattarsi. Mi aspetto una battaglia dura e una partita interessante".

Daniil Medvedev Jannik Sinner
SHARE