Schett avvisa Sinner e Alcaraz: "Con Djokovic e Nadal non si può mai dire"

La voce di Eurosport si è soffermata sulla prossima edizione del Roland Garros

by Antonio Frappola
SHARE
Schett avvisa Sinner e Alcaraz: "Con Djokovic e Nadal non si può mai dire"
© Julian Finney/Getty Images

Manca sempre meno a quella che potrebbe presto diventare una delle edizioni più incerte del Roland Garros. Novak Djokovic non sta vivendo un periodo facile sia dal punto di vista del gioco che dei risultati; Jannik Sinner e Carlos Alcaraz hanno dovuto fare i conti con alcuni problemi fisici; Rafael Nadal, invece, dovrebbe giocare per l'ultima volta il torneo che lo ha reso una leggenda con i 14 successi.

Bisognerà dunque constatare le condizioni dei giocatori sopraelencati per capire quali saranno le gerarchie a Parigi. L'unica cosa certa è che il torneo sembra più aperto che mai e che tennisti del calibro di Alexander Zverev e Stefanos Tsitsipas - campioni rispettivamente a Roma e Montecarlo - avranno la loro grande occasione.

Schett avvisa Sinner e Alcaraz: "Con Djokovic e Nadal non si può mai dire"

Barbara Schett ha espresso alcune interessanti dichiarazioni sul Roland Garros in un'intervista esclusiva rilasciata a SuperTennis. "Sarà un Roland Garros emozionante.

Sarà, credo, l'ultima volta di Rafa Nadal dopo oltre un decennio di dominio. Poi c'è Novak Djokovic che sta cercando la sua forma migliore. Accanto a queste due leggende, ci saranno poi i giovani: Jannik Sinner, Carlos Alcaraz, e con loro la generazione di mezzo guidata da Sascha Zverev che sta giocando benissimo" , ha detto Schett.

"Anche se Rafa lo ha vinto 14 volte, non ha giocato molto e non so se avrà la chance di vincerlo ancora. Forse sarà la volta di un nuovo campione di uno Slam e questo renderà tutto molto interessante, ma con Rafa e Nole non si può mai dire.

Specialmente Nadal, che a Parigi sembra avere una marcia in più. Ha vinto il titolo un paio di volte da infortunato, contro Ruud ha giocato con delle infiltrazioni nel piede. Sarà un torneo incerto ed emozionate" .

Alcaraz Roland Garros
SHARE