Alexander Zverev: "Successo speciale. Il Roland Garros è lo Slam che voglio vincere"

Il tedesco ha spiegato i motivi per cui desidera conquistare il Roland Garros

by Antonio Frappola
SHARE
Alexander Zverev: "Successo speciale. Il Roland Garros è lo Slam che voglio vincere"
© Mike Hewitt/Getty Images

Dal nostro inviato - Il sesto Masters 1000 in carriera - il secondo a Roma - ha un sapore speciale per Alexander Zverev. Si tratta infatti del primo grande trofeo sollevato al cielo da quel maledetto infortunio alla caviglia subito al Roland Garros nel 2022.

L'ultimo successo in uno dei più importanti tornei del Tour era infatti arrivato alle Nitto ATP Finals nel 2021. In diverse occasioni - durante questa settimana - il tedesco avrà pensato a tutti i sacrifici compiuti per tornare a fare quello che ama; tornare a farlo a modo suo però: esprimendo quel livello in grado di renderlo uno dei migliori giocatori del circuito.

E nella sua testa, ora, c'è solo il Roland Garros: lo Slam che vuole aggiungere in bacheca a tutti i costi.

Zverev: "Il Roland Garros è lo Slam che voglio vincere più di tutti"

"Ho giocato bene entrambe le settimane e sono estremamente soddisfatto di come sono andate le cose.

Ho fatto un po' di fatica in semifinale, ma ne sono uscito fuori bene. Quella di oggi è stata una grande prestazione, anche perché Nicolas( Jarry, ndr) gioca alla grande. Gli avversari che ha battuto dimostrano il suo stato di forma.

Sono davvero felice di sedermi accanto a questo trofeo. Quando ho vinto la prima volta a Roma ero giovane e fiducioso. Dopo l'infortunio, non ero sicuro che avrei espresso di nuovo il mio livello. Quindi è una vittoria speciale" , ha confessato Zverev in conferenza stampa.

"Mio padre? Penso sia importante nella vita in generale avere un padre così presente. Ovviamente è molto importante anche nella mia carriera. Abbiamo un ottimo rapporto in realtà sia dentro che fuori dal campo.

Farà parte del mio team fino a quando vorrà, è bello averlo in giro con me" . E sul Roland Garros il messaggio è chiaro. "Quando non gioco bene, posso perdere contro chiunque. Quando gioco bene, posso battere chiunque.

Questa è la mia mentalità. So che devo concentrarmi su me stesso e trovare il mio ritmo a Parigi come ho fatto qui. Spero di poter giocare il mio miglior tennis. È lo Slam che voglio vincere più di tutti.

È quello più fisico e duro, quello in cui ho costruito più ricordi: sia belli che brutti. Certo, agli US Open sono arrivato a due punti dal titolo... ma a Parigi ho raggiunto tre semifinali consecutive giocando il miglior tennis della mia carriera, mi sono infortunato alla caviglia ed è un evento sempre segnato in rosso sul mio calendario.

È lo Slam che aspetto forse con più ansia. Rivali? Novak Djokovic sarà al suo meglio e Rafael Nadal giocherà meglio rispetto a Madrid e Roma, ne sono certo. Per quanto riguarda Jannik Sinner e Carlos Alcaraz, dipende dalla loro salute.

Sono due dei migliori giocatori al mondo, non ci sono dubbi. Non sono nel loro corpo, quindi non conosco le loro condizioni. Ho visto la foto che ha postato Sinner e presumo stia bene" .

Alexander Zverev Roland Garros
SHARE