Calendario, infortuni e Masters 1000 'allungati' : le dure parole di Alexander Zverev

Il tedesco ha espresso la sua opinione sul calendario del Tour ATP

by Antonio Frappola
SHARE
Calendario, infortuni e Masters 1000 'allungati' : le dure parole di Alexander Zverev
© Clive Brunskill/Getty Images

Dal nostro inviato - Alexander Zverev conosce bene le sensazioni e i pensieri con cui un tennista è costretto a convivere quando subisce un infortunio. Il tedesco si è lesionato tutti e tre i legamenti laterali della caviglia a causa delle bruttissima distorsione alla caviglia che ha sconvolto tutti al Roland Garros nel 2022.

Il numero di infortuni nel Tour ATP è in costante crescita - lo sanno bene Jannik Sinner e Carlos Alcaraz - e il fitto calendario non sembra aiutare per niente i giocatori.

Calendario, infortuni e Masters 1000 'allungati' : le dure parole di Alexander Zverev

In conferenza stampa agli Internazionali BNL d'Italia, abbiamo chiesto a Zverev di esprimere il suo punto di vista sul delicato argomento.

"Faccio parte del Tour da ormai 10 anni. Abbiamo sempre discusso su come possiamo accorciare la stagione. Non riguarda il fatto di giocare a tennis, perché noi amiamo giocare a tennis, ma cosa possiamo fare per avere il tempo di preparare i nostri corpi alla fisicità che il tennis ti impone e avere il tempo di prenderci cura del nostro corpo.

La stagione dura undici mesi. Ho parlato con Alex de Minaur che ha giocato la finale di Coppa Davis il 29 novembre e il suo primo match in ATP Cup il 29 dicembre. Esattamente un mese. Non è abbastanza tempo. Non basta per far riposare il corpo" , ha spiegato Zverev.

"La preparazione fisica non è legata solo al lavoro del campo: è quanto lavoro fai in palestra, fuori dal rettangolo di gioco. Parliamo di cose che non possiamo permetterci durante una stagione. Abbiamo solo quattro settimane per riposare e preparare il nostro corpo, cosa che non accade negli altri sport.

Credo che i Masters 1000 di due settimane siano fantastici per i giocatori classificati tra la 50esima e la 100esima posizione, non per i top 10. È semplice. Hai un giorno in cui non giochi, ma non vuol dire riposare. Riposare vuol dire trascorrere del tempo a casa con la famiglia, i tuoi figli o i tuoi cani.

Se sei in un posto diverso da casa, un giorno senza giocare non è riposo. Se provi ad arrivare lontano in questi eventi, come Jannik Sinner e Carlos Alcaraz, devi lavorare molto di più" .

Alexander Zverev
SHARE