Il padre di Tsitsipas parla dell’errore arbitrale che ha penalizzato Jannik Sinner

Il padre del tennista greco ha commentato il successo al Master 1000 di Montecarlo

by Gianluca Ruffino
SHARE
Il padre di Tsitsipas parla dell’errore arbitrale che ha penalizzato Jannik Sinner
© Matthew Stockman/Getty Images

Orgoglio di papà. Il ritorno al successo di Stefanos Tsitsipas, 8 mesi dopo il titolo conquistato a Los Cabos, è stato un momento di gioia per tutto il suo team, in particolare per papà Apostolos. Dopo i tanti mesi difficili, in cui il tennista greco era uscito anche dalla Top 10, il torneo di Montecarlo è stata l’occasione migliore per tornare ad esultare.

Il 25enne greco ha espresso un livello altissimo per tutta la settimana, completando l’opera dominando in finale Casper Ruud e imponendosi col punteggio di 6-1 6-4. Terzo titolo 1000 in carriera per Tsitsipas, tutti e tre vinti sulla terra del Principato.

Al termine del match papà Apostolos ha parlato del successo del figlio, analizzando il suo livello in vista dei prossimi impegni sulla terra battuta.

Le parole di Apostolos Tsitsipas

Sulle senzazion settimana a Montecarlo di Stefanos, il padre e allenatore ha dichiarato: “Quando si superano tutte queste difficoltà, tutti questi ostacoli dopo una settimana difficile, sappiamo bene cosa significa giocare a questi livelli, è una grande liberazione per tutti, per la squadra.

È sicuramente una soddisfazione riuscire a farcela, a trarre il meglio da questa situazione. Questa è la sensazione”. Un livello altissimo quello espresso da Tsitsipas durante tutta la settimana a Montecarlo.

È uno dei migliori tornei che ha fatto finora dal punto di vista dell'allenatore. Potrei dire che il livello è stato uno dei suoi migliori sui campi in terra battuta. Credo che ci siano stati alcuni momenti in cui era in zona, come si dice nel tennis, ed è riuscito a rimanerci a volte per molto tempo, il che è davvero molto bello.

Speriamo di rivederlo in futuro e di vedere un grande tennis da parte di Stefanos. Quando si è consapevoli di ciò che si fa durante gli allenamenti, questo viene fuori sul campo da tennis, nelle partite” ha dichiarato Apostolos.

I giornalisti gli hanno chiesto se il Dio Greco abbia aiutato Tsitsipas in occasione dell’episodio del doppio fallo commesso nella semifinale con Sinner. “Il dio? È una domanda molto difficile a cui rispondere.

Se potessi rispondere a questa domanda, non sono sicuro che sarei qui adesso (sorride). Ma sicuramente la nostra energia positiva, che è molto, molto importante nello sport e in generale nella vita. Ogni giorno dobbiamo svegliarci con un'energia positiva.

Chissà se questo tipo di energia, questo tipo di potere che ci circonda, probabilmente è felice con noi e può darci qualche beneficio. Possiamo trarne dei benefici” ha scherzato Apostolos. Il greco ha concluso parlando dei prossimi obiettivi.

“Sicuramente la preparazione alla stagione sulla terra battuta è ancora lunga. Se il suo corpo sta bene, e lo valuteremo stasera, giocherà a Barcellona la prossima settimana. Poi ci sarà il Masters di Roma e poi il Roland Garros.

Questo dimostra che è in buona forma. La sua preparazione ha già visto dei risultati. Si spera che sia fresco e che vada al Roland Garros con la migliore prestazione possibile”.

Jannik Sinner
SHARE