Elena Rybakina critica gli organizzatori a Miami: è polemica in conferenza stampa

La kazaka ha sottolineato di non essere arrivata fresca fisicamente per la finale, anche per la collocazione dei suoi match durante le due settimane

by Luca Ferrante
SHARE
Elena Rybakina critica gli organizzatori a Miami: è polemica in conferenza stampa
© Elsa/Getty Images

Elena Rybakina si è messa (forse) definitivamente alle spalle i problemi intestinali che l'hanno costretta ad abbandonare il Wta di Dubai e a rinunciare al 1000 di Indian Wells. La kazaka ha giocato la terza finale della stagione (dopo Abu Dhabi e Qatar) ma in questa occasione si è dovuta arrendere a una Danielle Collins troppo desiderosa di togliersi la soddisfazione di vincere un torneo prestigioso nella sua Florida.

In conferenza stampa la kazaka ha sottolineato come fosse complicato gestire la partita, per via anche del tifo a favore della statunitense: "Ovviamente mi aspettavo che il pubblico fosse più favorevole a lei ma penso che siano stati di supporto nei miei confronti, soprattutto nei momenti più difficili in cui stavo cercando di tornare.

C’è stata una bella atmosfera, non è una cosa su cui mi sono concentrata. È stato bellissimo giocare davanti".

La polemica con gli organizzatori

In generale, la 24enne non ha gradito la collocazione dei suoi match e nell'ultima intervista ai media americani ha attaccato gli organizzatori del Miami Open: "No, non mi sentivo assolutamente al 100%.

Dopo la partita con Maria Sakkari è stata molto dura fisicamente. Non è stato un torneo facile. Le prime partite che ho giocato erano a tarda notte, a fine giornata, e andavo a dormire verso le 2 o le 3 del mattino.

Poi ho avuto qualche incontro durante la giornata, quindi il programma variava troppo. Per il recupero non aiuta. Ci sono state sfide parecchio difficili, alcune le ho vinte con un po' di fortuna. Ovviamente non mi aspettavo di essere fresca per la finale, ha giocato molto bene e ha meritato di vincere" ha dichiarato.

Elena Rybakina
SHARE