Rublev e i Big 3: "Tifavo Rafael Nadal. Oggi la concorrenza è aumentata nel tennis"

Il russo ha parlato dei Big 3 ed espresso il suo punto di vista sul tennis moderno

by RedazioneMia
SHARE
Rublev e i Big 3: "Tifavo Rafael Nadal. Oggi la concorrenza è aumentata nel tennis"
© Clive Brunskill/Getty Images

Andrey Rublev spera di rompere presto la barriera dei quarti di finale nei tornei del Grande Slam. Il russo è diventato il primo tennista nell'Era Open a perdere i suoi primi 10 quarti di finale Slam. Una striscia negativa che vorrebbe interrompere il prima possibile.

"Non ho vinto in nessuna delle dieci occasioni in cui ho raggiunto i quarti. Cercherò di fare tutto ciò che è in mio potere per migliorare il mio gioco e abbattere questa barriera alla prossima opportunità" , ha rivelato il nativo di Mosca a Sport Express.

"Ho bisogno di trovare un equilibrio per gestire le mie emozioni" .

Rublev e i Big 3: "Tifavo Rafael Nadal. Oggi la concorrenza è aumentata nel tennis"

Rublev crede che l'epoca attuale offra più chance ai giocatori.

In passato, infatti, Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal hanno imposto il proprio dominio nei tornei più importanti del Tour. “È difficile con tutti i Big 3. Non pensavo che qualcuno fosse più interessante di loro.

Quello che tifavo di più da piccolo era Rafael Nadal perché mi piaceva. Il tennis adesso è migliorato tantissimo, tutti giocano ad una velocità pazzesca, con una grande forza, sia con il dritto che con il rovescio.

Sono tanti i giocatori che servono a 220 chilometri orari. Questo ha aumentato la concorrenza. In passato c'erano giocatori chiaramente di altissimo livello. Molti tennisti presenti in top 40 o 50, oggi, possono avere un mese in cui battono chiunque.

Prima - con i Big 3 - era inimmaginabile" . Rublev cercherà innanzitutto - nella stagione sulla terra battuta - di difendere il titolo vinto lo scorso a Montecarlo, che resta ancora l'unico 1000 conquistato in carriera.

Rafael Nadal
SHARE