Rublev: "Dubai? Non ho detto nemmeno la metà delle cose scritte nel rapporto"

Il russo è tornato a parlare della squalifica ricevuta a Dubai

by Antonio Frappola
SHARE
Rublev: "Dubai? Non ho detto nemmeno la metà delle cose scritte nel rapporto"
© Christopher Pike/Getty Images

Andrey Rublev è stato squalificato nella parte finale del match con Alexander Bublik valido per l'accesso all'ultimo atto del torneo ATP 500 di Dubai. Il russo ha perso il break di vantaggio e si è innervosito fino al punto di decidere di sfogare la propria frustrazione nei confronti di uno dei giudici di linea.

Sul 5-5, Rublev ha raggiunto il giudice di linea a lui più vicino per protestare contro una non chiamata a suo avviso sbagliata. Il nativo di Mosca ha gridato qualcosa in russo a pochi centimetri dalla faccia del diretto interessato.

Un secondo giudice - non il ragazzo inizialmente coinvolto - ha comunicato le gravi parole che Rublev avrebbe rivolto al suo collega determinando la sua immediata squalifica.

Rublev: "Dubai? Non ho detto nemmeno la metà delle cose scritte nel rapporto"

A quasi un mese dall'accaduto, Rublev - che ha vinto il ricorso contro la decurtazione dei punti e l'azzeramento del prize money - è tornato a parlare della sua reazione.

"È sempre inammissibile alzare la voce contro un giudice di linea o chiunque altro. Non puoi assolutamente alzare la voce, è inaccettabile, irrispettoso e scortese. Ho imparato questa lezione e anche che le regole necessitano di un cambiamento” , ha detto Rublev a Sport Express.

"L'aggiunta della VAR è una delle opzioni, ma dovrebbe essere gestita da chi conosce la materia. Ho vissuto situazioni molto peggiori in passato ricevendo al massimo un warning per aver utilizzato un linguaggio volgare" , ha continuato il russo.

"Se analizziamo la situazione nel suo insieme, penso che sia troppo. Non ho detto nemmeno la metà delle cose scritte nel rapporto. La multa di 36.000 dollari e la squalifica, secondo la mia esperienza professionale, erano eccessive. Nonostante ciò, il mio comportamento è stato sbagliato e totalmente inammissibile" .

SHARE