Dimitrov avvisa Jannik Sinner: "Il lavoro qui non è ancora finito"

Il tennista bulgaro è carico dopo la finale raggiunta a Miami

by RedazioneMia
SHARE
Dimitrov avvisa Jannik Sinner: "Il lavoro qui non è ancora finito"
© Brennan Asplen/Getty Images

Dopo la grande vittoria ai Quarti su Carlos Alcaraz il bulgaro Grigor Dimitrov si conferma e, anche abbastanza a sorpresa visto i precedenti, ha battuto anche Alexander Zverev in semifinale, ottenendo il pass per la finale dove affronterà il nostro Jannik Sinner.

Una battaglia combattuta contro il tedesco e alla fine Dimitrov ha ottenuto la vittoria con il risultato di 6-4;6-7;6-4. Ci sono stati momenti di grande difficoltà durante il match, ma Dimitrov è sempre stato capace di tenerli a bada, talvolta grazie a grandi punti.

Nel set decisivo in una circostanza Grigor ha annullato una palla break importante con una grande volée e Dimitrov ha parlato così in conferenza: "Non ricordo esattamente il momento e dovrò vedere probabilmente il replay ma credo di aver giocato un'ottima partita, non mi sono mai tirato indietro.

Penso che in realtà negli ultimi tre game del match ho giocato con autorità, sono andato a rete quando serviva e ho attaccato quando serviva, soprattutto qiando ero in vantaggio. Alla fine non ci ho pensato molto ma sapevo che dovevo fare quel passo per vincere il match".

Riguardo la finale del Masters 1000 e il ritorno ufficiale in Top Ten Dimitrov ha spiegato: "Il lavoro non è finito qui ma in generale il fatto di battere con costanza i migliori tennisti vale più di qualsiasi ranking.

Alla fine sai che la classifica arriva grazie ai successi, negli ultimi dodici mesi a volte è stato difficile ma ho lavorato sempre e ci ho creduto. Non ho mai perso di vista il mio obiettivo e ogni settimana mi fissavo piccolo obiettivi, svegliarmi la mattina e non sentire alcun dolore è per me un grande successo.

Quando inizio a mettere insieme tutto questo, beh non posso che essere felice. Il rapporto con Serena Williams? Lei è fantastica, siamo rimasti in contatto e lei mi ha detto che sarebbe venuta a vedermi; il tennis è tennis, ma questa è amicizia ed è una della cose più belle qui, stiamo tutti vivendo il nostro sogno".

Riguardo l'essere sfortunato di aver vissuto nell'epoca dei Fab Four Dimitrov chiarisce: "È l'opposto, sono stato molto fortunato ed anzi non avere più questi tennisti attorno è un po' triste. Le sfide contro di loro mi hanno plasmato mentalmente e anche grazie a ciò ho imparato e sono arrivato qui. Loro sono i pionieri del tennis attuale".

Jannik Sinner
SHARE