Flavio Cobolli analizza la sconfitta di Miami: "Ecco cosa mi è mancato"

L'italiano ha portato al terzo set il britannico Cameron Norrie

by Luca Ferrante
SHARE
Flavio Cobolli analizza la sconfitta di Miami: "Ecco cosa mi è mancato"
© Cameron Spencer/Getty Images

Ha lottato fino all'ultimo ma questa volta la rimonta non gli è riuscita. Flavio Cobolli si è fermato al secondo turno del Miami Open, potendosi comunque ritenere soddisfatto del cammino e delle prestazioni mostrate in campo.

L'italiano ha venduto cara la pelle contro il britannico Cameron Norrie, 30esima testa di serie del tabellone principale, annullando tre match point nel secondo set e costringendolo poi a giocare un terzo parziale. "Sono mancate le energie e la lucidità nei momenti importanti, specialmente nel terzo set.

Essere qui da più di un mese e mezzo, per la prima volta nella mia carriera, si fa sentire. Il rammarico più grande è nel primo, lui non stava giocando bene e io potevo fare di più. Forse è stato il set peggiore" ha analizzato il giovanissimo 21enne, nelle parole raccolte a fine gara da SuperTennis.

Poi ha aggiunto sul match: "Complessivamente però è stata una buona partita, sono riuscito sempre a ribaltare le situazioni e sono contento di questo aspetto. Vuol dire che ci credo sempre e che lotto fino alla fine.

Sono soddisfatto e convinto di quello che sto facendo, devo continuare su questa strada e sono certo che raggiungerò nuovi traguardi".

I prossimi obiettivi

Anche Cobolli, ora, si concentrerà sulla terra rossa: "Per la prima volta ho giocato così a lungo sul cemento e, anche se è stato utile e i miglioramenti sono stati evidenti, sono felice di tornare sulla terra.

Ora un paio di giorni di riposo, riprenderò gli allenamenti al Parioli e farò tutto il calendario sul rosso". I pensieri non possono che andare sugli Internazionali d'Italia: "Manca pochissimo al nostro amato torneo.

Non vedo l’ora, anche perché per la prima volta lo giocherò da 'partecipante vero' Essere in tabellone al Foro Italico con la mia classifica mi rende orgoglioso. Spero di fare un bel torneo e di sentire il tifo del pubblico. Spero di portare un pezzo di Curva Sud" ha concluso.

Flavio Cobolli Cameron Norrie
SHARE