Nadal su Novak Djokovic: "È il migliore della storia e anche una brava persona"

Il fuoriclasse spagnolo pone fine alla questione GOAT?

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
Nadal su Novak Djokovic: "È il migliore della storia e anche una brava persona"
© Julian Finney/Getty Images

Non avverrà a Doha il rientro di Rafael Nadal dopo l’ennesimo stop avvenuto in Australia. “Ho bisogno ancora di tempo”, ha dichiarato il fuoriclasse spagnolo, che come da lui stesso ammesso tornerà al 100% in occasione del Masters 1000 di Indian Wells.

Non mancano chiaramente le voci sul suo futuro e sul possibile ritiro, che potrebbe avvenire già in questa stagione, qualora l’ex numero uno dovesse ritenerlo opportuno. Il 22 volte campione Slam ha parlato stamattina ad una nuova emittente televisiva locale per il programma 'El Objetivo'

Nadal, incalzato sulla sulla questione GOAT del tennis, ha dato una risposta senza appelli, inequivocabile: “I numeri non mentono, è lui il migliore della storia. L’immagine che Novak proietta all’esterno è peggiore di quello che è realmente.

È una brava persona, con i suoi errori, ma migliore di quello che sembra. Gli capita di rompere la racchetta, ma nel punto successivo è al cento per cento, ecco perché è quello che ha ottenuto di più nella storia del nostro sport", ha ammesso.

Nadal si sofferma su un tema delicato

Tanto ha fatto discutere negli scorsi giorni contratto di sponsorizzazione accettato da Rafa con la federazione di tennis dell'Arabia Saudita. Dopo aver ricevuto tante critiche per aver prestato il suo nome a quello del paese mediorientale lui ha risposto così: “Non penso che l'Arabia Saudita abbia bisogno che io lavi alcuna immagine.

È un paese che si è aperto al mondo ed è un paese con un grande potenziale, ok? Quindi è logico che il mondo vada lì e la sensazione è che tutto si compri con i soldi e che adesso anche Rafa si sia venduto al denaro.

Capisco che la gente la pensi così, è un ragionamento automatico". Ma poi ha aggiunto, con grande sincerità: “Ci sono cose che devono essere migliorate oggi? Senza dubbio. È un Paese molto indietro in tante cose, si è aperto da poco.

Se il Paese non raggiungerà l'evoluzione che credo debba seguire nei prossimi 10-15 anni, vi dirò che mi sono sbagliato completamente".

Rafael Nadal Novak Djokovic
SHARE