Ruud, il padre conferma: "Meglio vincere uno Slam che essere numero uno"



by MARIO TRAMO

Ruud, il padre conferma: "Meglio vincere uno Slam che essere numero uno"
© Brett Hemmings/Getty Images

Non è un momento semplice per il tennista norvegese Casper Ruud. Il finalista di tre prove del Grande Slam è stato ad un passo dal numero uno nel ranking, ma ora è scivolato dietro nelle gerarchie ed ora è addirittura fuori dalla Top Ten mondiale.

Con gli impegni sulla terra rossa che sono più o meno vicini Casper è chiamato a reagire, per smentire tutti gli scettici sul suo futuro. Christian Ruud, padre e coach del tennista nordico ha parlato ai microfoni di Tennis Majors ed ha rilasciato diverse interessanti dichiarazioni, ecco le sue parole nello specifico: "Io sono stato bravo nel rendere un po' popolare uno sport come il tennis in Norvegia ma Casper è molto più bravo di me ed ha attirato ancora di più l'attenzione, ormai penso che questo sport stia diventando molto popolare e ormai la Norvegia non è solo sport invernali ma anche altro, come appunto il tennis".

La Norvegia è un paese in netta crescita, anche nel calcio: basti pensare a stelle di Premier League come Odegaard e soprattutto come il centravanti del Manchester City Haaland, considerato tra i migliori al mondo.

Ruud si sta ritagliando uno spazio importante nello sport e suo padre - ex numero 39 delle classifiche mondiali - ha parlato così: "Quando era giovane lui era molto determinato, siamo usciti dalla Norvegia per conoscere e trovare nuova ispirazione, capire come si comportavano gli altri con il tennis e lui era determinato a fare meglio di me.

Casper si è fissato obiettivi, parlavamo di raggiungere la Top 50 entro i 26 anni ma le cose sono andate molto più veloci. Quali sono gli obiettivi futuri? Nel 2023 ha vinto un titolo, ha raggiunto una finale Slam ed è sempre rimasto in Top Ten, eppure si è parlato di stagione difficili.

Per Casper è più importante vincere uno Slam che diventare numero uno al mondo e nel 2022 è stato ad un match da entrambe le cose. L'obiettivo finale è ovviamente vincere uno Slam, poi tutti i tennisti vogliono restare nella Top Ten, ma vincere un titolo, tutti noi sappiamo, che sarebbe qualcosa di veramente speciale", ha concluso così il padre del tennista nordico.