Andy Roddick duro con l'Arabia Saudita: "Ci sono giocatori che devono prendersi..."

Il campione degli Us Open 2003 afferma che c'è chi dovrà prendersi una settimana libera per la sua sessualità

by Andrea Tebaldi
SHARE
Andy Roddick duro con l'Arabia Saudita: "Ci sono giocatori che devono prendersi..."
© Dave Kotinsky/Getty Images

L'Arabia Saudita non da oggi ha deciso di puntare forte sul tennis. Dopo le Next Gen Atp finals che adesso hanno trovato casa a Gedda e dopo le esibizioni di dicembre a circuito fermo alle quali hanno partecipato anche Sabalenka, Jabeur, Djokovic e Nadal, è di ieri la notizia che a ottobre 2024 a Riad si terrà una super esibizione chiamata ”6 Kings Slam” alla quale prenderanno parte sei dei migliori giocatori del mondo come Novak Djokovic, Carlos Alcaraz, Daniil Medvedev, Jannik Sinner, Holger Rune e Rafael Nadal.

Chi in queste ore ha parlato di Arabia Saudita a ruota libera è Andy Roddick, noto per avere un podcast molto seguito. L'ex numero 1 del mondo ha inteso lanciare un tema di dibattito che creerà sicuramente moltissime reazioni.

Andy Roddick: "C'è chi dovrà prendersi una settimana libera per la sua sessualità"

Nel corso del suo ultimo podcast Roddick è stato duro sul tema Arabia Saudita e ha fatto una riflessione su un Paese nel quale "ci sono discriminazioni contro le donne, ci sono censure e persecuzioni politiche".

E l'ex tennista statunitense ha legato la sua riflessione al mondo del tennis. "In Arabia Saudita l'omosessualità è illegale. Ma abbiamo giocatori apertamente gay. Diverse giocatrici come Daria Kasatkina, per citarne una, hanno fatto coming out.

Se ci sono tornei in quel paese, cosa dobbiamo dire a queste giocatrici – attacca Roddick – che si devono prendere una settimana libera a causa della loro sessualità? "Come proteggiamo – termina la sua analisi l'ex numero 1 del mondo - i nostri giocatori le cui scelte di vita sono considerate criminali quando entrano in quel Paese?”

Andy Roddick Us Open
SHARE