Raonic ricorda il suo idolo Pete Sampras: "Aveva il miglior diritto di tutti i tempi"

Il tennista canadese è in disaccordo con il parere di Nick Kyrgios, che aveva dichiarato: "Ora Djokovic lo distruggerebbe"

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
Raonic ricorda il suo idolo Pete Sampras: "Aveva il miglior diritto di tutti i tempi"
© Jamie McDonald/Getty Images

Qualche settimana fa Nick Kyrgios rilasciò ai microfoni di The Athletic un’intervista che fece molto discutere. L’australiano si era immaginato una possibile sfida tra Novak Djokovic e Pete Sampras esprimendo il suo chiaro punto di vista.

"Ho visto Boris Becker e non dico che non fossero straordinari ai loro tempi, ma pensare che sarebbero stati bravi quanto i giocatori di oggi è assurdo. A quei tempi, quello che veniva considerato un grande servizio viaggiava intorno ai 197 o 200 km/h.

Oggi ci sono persone come me, capaci di servire a 220 km/h con precisione e costanza. È uno sport completamente diverso ora. Non sto dicendo che questi giocatori non avrebbero trovato il modo per adattarsi al tennis moderno, ma se vuoi giocare il serve & volley oggi devi servire costantemente a 220 km/h.

In caso contrario, un tennista come Djokovic ti mangerebbe vivo. Lleyton Hewitt ha distrutto Sampras agli US Open, in una finale. Cosa farebbe Djokovic contro Sampras? Sarebbe un completo disastro . Se Hewitt è stato in grado di farlo, immagina Djokovic: lo distruggerebbe", dichiarò, senza mezze misure.

"Sampras aveva il miglior diritto di tutti i tempi"

Di parere diametralmente opposto è a quanto pare Milos Raonic, che in occasione dell’ultimo episodio del podcast di Craig Shapiro ha elogiato l’ex leggenda americano, confidando di avere in lui il suo idolo di infanzia: “Sampras era il mio giocatore preferito da piccolo.

Era tutto incentrato sul tennis. Ha stabilito un altro standard di grandezza, ed era l'unica cosa che gli interessava. La gente dimentica quanto fosse veloce. Si muoveva bene come qualsiasi altro giocatore di oggi, non è vero? Aveva il miglior dritto di tutti i tempi", ha dichiarato, contrastando dunque il parere del tennista di Canberra.

Pete Sampras Nick Kyrgios
SHARE