Anche Corrado Barazzutti attacca la FITP: il duro commento dell'ex tennista azzurro



by ANTONIO FRAPPOLA

Anche Corrado Barazzutti attacca la FITP: il duro commento dell'ex tennista azzurro
© Alex Pantling/Getty Images

Dopo Paolo Bertolucci, anche Corrado Barazzutti ha voluto esprimere il suo disappunto per il comportamento adottato dalla FITP nei confronti dei protagonisti della storica prima Coppa Davis vinta dall'Italia nel 1976. L'attuale commentatore di Sky Sport ha lanciato la polemica attraverso il suo account Twitter e scritto: "Credo che la Fitp avrebbe dimostrato signorilità invitando alla premiazione oltre al capitano anche la squadra del 76.

Sarebbe stato il naturale passaggio di consegne. Il silenzio totale della stampa avvalla e convalida la scelta. Peccato" . In occasione dei SuperTennis Awards, evento organizzato dalla Federazione Italiana Tennis e Padel, solo Nicola Pietrangeli ha fatto parte della cerimonia che ha omaggiato il team capitanato da Filippo Volandri.

Sia Bertolucci che Barazzutti avrebbero preferito ricevere un invito per condividere un emozionante momento e ricordare il loro trionfo.

Anche Barazzutti attacca la FITP: "Pensano che il tennis italiano sia di loro proprietà"

All'agenzia di stampa Adnkronos, Barazzutti ha attaccato la FITP.

"Gli ex giocatori di Davis non vengono neanche invitati ad andare a vedere il Foro Italico, o invitati ad andare a vedere la Davis che si gioca a Bologna o a Malaga. Vengono completamente ignorati dalla Fitp: figuriamoci se la federazione invita gli ex giocatori, oppure quella squadra che ha vinto nel '76 la Coppa Davis" , ha dichiarato l'ex capitano azzurro.

"Evidentemente ritengono il tennis italiano di loro proprietà, come se le pagine di storia del tennis italiano le avessero scritte loro, i presidenti, i consiglieri, i dirigenti e non gli atleti che in tutti questi anni hanno scritto pagine di storia.

Non sono assolutamente sorpreso di questo e non mi sarei mai aspettato di essere invitato da questo gruppo federale. Non trovo che sia né inelegante né sorprendente, trovo che la federazione si comporta con gli ex giocatori esattamente come si sta comportando da sempre. E' una critica alla federazione? No, è una constatazione" .

Coppa Davis