Andy Roddick esalta Novak Djokovic: "C'è un suo colpo di cui si parla troppo poco"

L'ex tennista statunitense afferma: "Negli ultimi anni non ho mai scommesso contro Novak"

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
Andy Roddick esalta Novak Djokovic: "C'è un suo colpo di cui si parla troppo poco"
© getty images

Novak Djokovic ha vinto per la settima volta le Atp Finals. Un risultato straordinario che gli ha permesso di scavalcare Roger Federer, con il quale condivideva il primato a 6, portandosi da solo in testa. Il serbo ha vissuto una stagione straordinaria arricchita dai tre successi negli Slam (Australian Open, Roland Garros e Us Open), e dal Torneo Dei Maestri, oltre che dai successi a Cincinnati e Parigi Bercy.

Il 24 volte campione slam ha rischiato di dover salutare l’evento già ai gironi, a causa di una sconfitta proprio contro il nostro Jannik Sinner. Per sua fortuna l’azzurro ha fatto il suo ‘dovere’ contro Holger Rune e gli ha spalancato le porte le fasi finali del torneo, dove prima si è sbarazzato di Carlos Alcaraz in semifinale e poi si è concesso la rivincita contro l’altoatesino.

Roddick sbalordito da Djokovic

L'ex tennista statunitense ha parlato del serbo, rivelando di non aver mai avuto dubbi sul successo di ieri in finale con Sinner:Negli ultimi dieci anni non ho mai scommesso contro Novak e fino a nuovo ordine non lo farò.

Ascolta, qualcuno potrebbe infilare una vittoria qua e là, Sinner ovviamente lo ha battuto tre giorni fa e non è una mancanza di rispetto per il modo in cui Sinner ha giocato questa settimana", ha detto a Tennis Channel.

L’ex campione slam si è detto impressionato dei miglioramenti al servizio del tennista di Belgrado: “Non potrei essere più impressionato dal suo gioco, ma una cosa di cui non si parla abbastanza è che credo che il servizio di Novak sia migliore di quanto sia mai stato.

Il serbo non è mai stato così prolifico in questo colpo: “All'inizio della sua carriera era un po' un ostacolo, soprattutto la seconda di servizio, quando si lanciava una granata sulla seconda di servizio, si alzava un po' e si riusciva a raggiungerla.

Ora la esegue dentro e fuori dagli angoli, colpisce uno slice, mescola un po' di kick, non è mai stata così buona per Novak e ora è una delle migliori del gioco", ha concluso.

Andy Roddick Novak Djokovic
SHARE