Marco Trungelliti risponde alle parole di grande sostegno di Novak Djokovic

Il tennista argentino esprime grande gratitudine per la vicinanza del numero uno dopo le minacce di morte ricevute

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
Marco Trungelliti risponde alle parole di grande sostegno di Novak Djokovic
© Mackenzie Sweetnam/Getty Images

Marco Trungelliti è salito sulle cronache nazionali e internazionali a causa della sua denuncia di partite truccate nel circuito. Il sudamericano ha colpito di fatto tanti suoi connazionali e per certi versi è stato considerato come una spia all'interno del circuito.

Attraverso un'intervista ai microfoni di La Nacion il tennista argentino ha parlato di come si è evoluta la sua vita: “Non avrei mai pensato di pagare un prezzo così alto per parlare liberamente. Pensavo che il mondo fosse preparato a tutto questo ma sono stato vittima di bullismo e ho vissuto tante situazioni difficili" Poi il tennista ha spiegato: “Ricevo minacce di morte per me e la mia famiglia ogni giorno, recentemente hanno hackerato i miei social media.

Questo sistema è un disastro, sono deluso da uno sport dove tutti noi fuori dalla Top 100 veniamo trattati malissimo", ha denunciato. Recentemente il numero uno al mondo Novak Djokovic ha offerto pieno sostegno per il collega: “Mi dispiace per tutto quello che ha vissuto, non meritava un trattamento simile perché ha mostrato coraggio nel proteggere l’integrità di questo sport.

Gli ho detto che se avesse bisogno di qualsiasi tipo di aiuto, io ci sarò sempre. Poi ha espresso la sua idea: “Vogliamo sensibilizzare l’opinione pubblica sul fatto che ci siano giocatori presenti in top 180 che alla fine dell’anno non riescono a pareggiare le spese.

Non possono permettersi un allenatore, un fisioterapista o un preparatore atletico. E’ un argomento complesso che necessita di essere discusso maggiormente. Continuerò a sfruttare il mio status per parlare ai media di questa situazione”, ha concluso.

La gratitudine di Trugelliti

Pur spiegando di non aver ricevuto il sostegno che avrebbe dovuto dagli organi di governo dopo la sua rivelazione, Trungelliti ha elogiato il PTPA di Djokovic e lo sforzo del serbo per aiutare i giocatori di rango inferiore: "Penso che sia una cosa bellissima, detta da uno che è nell'élite, impegnato in tante cose ma con la testa dove dovrebbe essere. Ha i piedi per terra e lo ha dimostrato", ha detto ad Ambito.

Marco Trungelliti Novak Djokovic
SHARE