Petra Kvitova, polemica con la Wta: "Doveva esserci un'opzione più giusta"

La vincitrice del Miami Open spiega uno dei motivi della sconfitta a Pechino con un post sui social

by Luca Ferrante
SHARE
Petra Kvitova, polemica con la Wta: "Doveva esserci un'opzione più giusta"
© Fred Lee/Getty Images

Petra Kvitova non ha gradito il trattamento ricevuto dagli organizzatori del 1000 di Pechino. La tennista ceca, dopo la sconfitta rimediata al secondo turno contro Ljudmila Samsonova, si è lamentata con la Wta del programma di gare che è stato stilato nella giornata di domenica e lunedì.

Ecco la contestazione lanciata dalla 33enne su Twitter, ricevendo molto consenso da parte dei fan: "Non è proprio ideale finire la mia partita al China Open all'una di notte e poi tornare in campo alle 17:30 del giorno successivo" ha fatto notare la vincitrice quest'anno del Miami Open.

La vincitrice di 2 titoli del Grande Slam (entrambi a Wimbledon nel 2011 e 2014) ha inoltre aggiunto: "Alcuni match del primo turno dovevano ancora essere giocati. Ho sempre praticato questo sport con enorme rispetto e raramente parlo in modo così aperto, ma questa volta mi sento fortemente...".

Kvitova ha concluso con questa frase il suo pensiero sui social: "Doveva esserci stata un'opzione più giusta. Per favore, trattate meglio per i vostri giocatori" ha rimarcato la giocatrice nativa di Bilovec, taggando la Wta.

La testa di serie numero 12 del tabellone aveva esordito nel migliore dei modi contro l'atleta di casa Wang Xiyu, vincendo in rimonta col punteggio finale di 6-7, 7-5, 6-3.

La tennista ceca non è riuscita a recuperare le energie nelle poche ore di tempo a disposizione, cedendo poi alla russa 6-4, 7-5.

Petra Kvitova
SHARE