Ons Jabeur appoggia Novak Djokovic: "Ora mi ascoltano perché sono una top 10"

In nome della PTPA, Jabeur è al fianco di Djokovic nella battaglia per aiutare i tennisti del circuiti, soprattutto quelli lontani dalla parte alta della classifica

by Martina Sessa
SHARE
Ons Jabeur appoggia Novak Djokovic: "Ora mi ascoltano perché sono una top 10"
© Hector Vivas/Getty Images

C’è una nuova PTPA e si fa sentire. L’associazione, nata dalla mente di Novak Djokovic, vuole mare maggiore voce ai tennisti, maschili e femminile, del circuito. Combattere con l’ATP per avere maggiori attenzioni per tutto quello che riguarda i due tour.

Sui canali social, i giocatori che fanno parte del consiglio stanno parlando di ciò che la PTPA vorrebbe: gli obiettivi sono diversi. Tra questi, secondo Ons Jabeur, membro del consiglio, c’è anche l’idea che non bisogna ascoltare la voce dei top players.

“Prima, se parlavo, nessuno mi avrebbe ascoltato perché non ero tra i primi 10 e non ero un top player, ma ora ascoltano. Adesso si preoccuperebbero della mia opinione. Sento che è sbagliato ascoltare solo i migliori giocatori, ma per me sento di dover fare la differenza in questo momento.

Devo parlare a nome di ogni donna di ciò che è sbagliato e di ciò che potrebbe essere migliore”, dice la tennista tunisina ai microfoni della PTPA, come raccolto da ESPN.

Le parole di Djokovic

Le parole di Ons Jabeur fanno eco a quelle che ha detto anche Novak Djokovic.

Il tennista di Belgrado guia la battaglia per tutti quei tennisti che non sono nella parte alta del ranking e per cui il tennis è uno sport difficile da portare avanti a livello economico. "Sono stato al posto di tutti quei tennisti che ora hanno gravi difficoltà economiche.

Capisco la loro fatica e le loro difficoltà, so i problemi che hanno nel dover pagare le trasferte, gli allenatori e i fisioterapisti. Di solito parliamo dei tennisti che hanno partecipato agli US Open ed hanno guadagnato tanto, ma non si vede agli altri.

Ci sono tantissimi tennisti che non riescono a guadagnarsi da vivere con il tennis: maschile, femminile o doppio. Solo 400 tennisti tra queste competizioni riescono a vivere di tennis, tutto il resto no. Questa è una cifra molto bassa per uno sport globale come il nostro. Rappresenta un vero fallimento per il mondo del tennis”, ha detto il tennista di Belgrado.

Ons Jabeur Novak Djokovic
SHARE