Ons Jabeur: "Titolo Slam o medaglia ai Giochi Olimpici di Parigi? Scelgo..."

La tennista tunisina ha parlato dei suoi sogni: in ottica Slam e per la storia del tennis in Africa

by Martina Sessa
SHARE
Ons Jabeur: "Titolo Slam o medaglia ai Giochi Olimpici di Parigi? Scelgo..."
© Shaun Botterill/Getty Images

Vittoria di un torneo del Grande Slam o medaglia olimpica a Parigi 2024? Questa è una delle domande che è stata posta a Ons Jabeur. La tennista guida il WTA di Guadalajara, unica top 10 ad essere presente in un torneo che conta più forfait che partecipanti.

La domanda ha un doppio peso, considerando che la finalista Slam ha il sogno di conquistare un titolo importante per la sua storia e per fare la storia di questo sport in Africa. “Non ho la migliore esperienza alle Olimpiadi, quindi sceglierò sicuramente di vincere il mio primo Grande Slam.

Posso anche vincere uno Slam per il mio Paese”, ha dichiarato l’attuale numero sette del mondo. La tunisina ha partecipato ai Giochi Olimpici di Tokyo 2021, uscendo sconfitta al primo turno contro Carla Suarez Navarro: dopo aver fatto flop sul cemento giapponese, può puntare alla terra rossa della capitale francese, nello stesso luogo dove si svolge il Roland Garros.

L'opportunità di una vita

Sono tre le finali Slam che Ons Jabeur ha perso: due volte a Wimbledon e una agli Us Open, contro tre tenniste diverse come avversarie, tutto nel giro di un anno di carriera. In ognuna di queste occasioni, il suo obiettivo era fare la storia del tennis africano, mancando sempre questa opportunità.

“In Tunisia e in Africa in generale c’è tantissima passione per il tennis. Forse non abbiamo molti giocatori, ma prima avevamo degli incredibili giocatori africani provenienti da Tunisia, Marocco ed Egitto, quindi questo conta.

Penso che le cose abbiano iniziato a cambiare, soprattutto i genitori che cercano di cambiare la mentalità secondo cui puoi essere un tennista professionista. Sento che ci sono più club in Tunisia e spero che ci siano più strutture, non solo in Tunisia ma in Africa in generale.

Penso che questo aiuterà i giocatori a voler provare a giocare di più a tennis. Spero che un giorno con la mia esperienza potrò aprire la mia accademia e condividerla perché il mio obiettivo è vedere sempre più giocatori tunisini e africani giocare nel tour”, ha raccontato ai microfoni del torneo messicano.

Ons Jabeur
SHARE