Parla il coach di Matteo Arnaldi: "L’esperienza in Coppa Davis è stata pazzesca"

L'allenatore del tennista italiano ha parlato dell'esperienza in Coppa Davis

by Antonio Frappola
SHARE
Parla il coach di Matteo Arnaldi: "L’esperienza in Coppa Davis è stata pazzesca"
© Giuseppe Bellini/Getty Images

“La Coppa Davis è più emozionante di quanto mi aspettassi, prima di oggi non avevo mai visto un match di Davis dal vivo. Sono contento di com'è andata. La prima giornata è stata dura, poi abbiamo lavorato di squadra e questo è il risultato.

Ho fatto il mio e sono contento” . Matteo Arnaldi è stato uno degli uomini chiave nella fase a gironi di Coppa Davis. All’esordio assoluto nella più importante manifestazione a squadre, il tennista di Sanremo ha ottenuto due vittorie su due incontri disputati in singolare battendo Cristian Garin in rimonta e dominando il match con Leo Borg, figlio della leggenda Bjorn.

Un’esperienza che potrebbe aggiungere un importante tassello al suo percorso di crescita e aiutarlo in questo finale di stagione.

Parla il coach di Arnaldi: "

L’italiano sarà impegnato questa settimana al torneo ATP 250 di Zhuhai e non è stato particolarmente fortunato con il sorteggio.

Al primo turno, infatti, troverà d’altra parte della rete Aslan Karatsev. In caso di vittoria contro il russo, Arnaldi affronterebbe poi uno tra Andy Murray e la wild card Ye Cong Mo. Il maggiore indiziato per raggiungere i quarti di finale nella stessa porzione di tabellone dell’azzurro porta il nome e il cognome di Cameron Norrie.

Alessandro Petrone, allenatore di Arnaldi, si è soffermato proprio sulle partite giocate in Coppa Davis dal suo allievo e sul prossimo torneo. “L’esperienza in Coppa Davis per Matteo è stata pazzesca, direi che non potevamo chiedere di meglio.

E’ stato fantastico l’esordio suo a livello personale e per la squadra che alla fine ha conquistato un posto alle Finals” , ha detto Petrone all'agenzia di stampa Adnkronos. "In Cina cercheremo di fare il possibile perché l’avversario è ostico, arriveremo lì un po’ all’ultimo momento ma vedremo di cavarcela, dopo Zhuhai abbiamo in programma Pechino e Shanghai.

Ora non ci sono obbiettivi di classifica, proseguiamo a lavorare sulle cose che stiamo facendo, i risultati saranno una conseguenza" .

Matteo Arnaldi Coppa Davis
SHARE