La lezione di umiltà di Coco Gauff a tutti i suoi follower

Bell'atteggiamento da parte della giovane americana

by Mario Tramo
SHARE
La lezione di umiltà di Coco Gauff a tutti i suoi follower
© Sarah Stier/Getty Images

Gli ultimi Us Open femminili hanno visto la consacrazione nel circuito della tennista diciannovenne Coco Gauff. L'americana veniva identificata da sempre come una Baby prodigio ma naviga sempre al vertice senza ottenere vittorie.

Dopo qualche anno di attesa sono finalmente arrivati i primi grandi risultati; la tournée americana ha visto prima le vittorie a Washington e Cincinnati e poi la consacrazione a Flushing Meadows: davanti alla propria famiglia Coco ha battuto in finale in rimonta la neo numero uno al mondo Aryna Sabalenka conquistando un successo storico.

Molto attiva tra interviste e social in queste ore la giovanissima tennista ha risposto alle domande dei follower e in particolare ha incuriosito i follower. Una fan ha chiesto a Coco come utilizzerà i soldi della vincita degli Us Open e se ha particolari debiti da sanare.

La Gauff ha tenuto a precisare questo aspetto e ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Ho 19 anni e non ho alcun debito. Vivo ancora con i miei genitori e quindi non sono in debito. Non sono andata al college e non ho nessuna bolletta da pagare.

Sono troppo giovane e ringrazio i miei genitori che non mi hanno mai messo in posizione di essere in debito, quindi non ho alcuna cosa da pagare e non ho debiti", ha concluso tenendo a precisare la tennista a stelle e strisce.

Una lezione di umiltà data in poco tempo da parte della tennista. La ragazza ha precisato infatti che non intende sperperare denaro facendo capire di dare il giusto valore ai soldi. Coco Gauff è numero tre al mondo ma sono in tanti a identificarla come la vera erede di Serena Williams, letteralmente il suo idolo come tennista.

Nella conferenza stampa post vittoria degli Us Open Coco ha inoltre raccontato come si e' sentita dopo questo successo: "Mio padre è stata la prima persona che ho visto, e' davvero la prima volta che l'ho visto piangere.

Al Roland Garros non ha pianto, ne sono sicuro che l'ho visto. Vedo raramente anche mia madre piangere e non dimenticherò mai questi momenti. Sono davvero felice, mio padre mi ha sempre sostenuto e in ogni cosa. La gente ha provato a separarci, diceva che non doveva stare nel mio box o che non c'era la necessità sua di allenarmi. La verità è questa, lui è il motivo per cui ho vinto questa partita".

Coco Gauff
SHARE