Wozniacki da urlo, poi scoppia in lacrime: "È stato incredibile, battere Kvitova..."

La danese dimostra ancora una volta di essere una campionessa. Vittoria incredibile contro la ceca numero 11 del mondo

by Luca Ferrante
SHARE
Wozniacki da urlo, poi scoppia in lacrime: "È stato incredibile, battere Kvitova..."
© Sarah Stier/Getty Images

È tornata in campo da pochissimo tempo ma ha subito dimostrato di potersela giocare chiunque, nonostante sia stata lontano dal circuito per circa tre anni. Caroline Wozniacki è la vera protagonista agli Us Open nel tabellone femminile per le vittorie inaspettate che sta ottenendo.

Dopo il successo all'esordio, la danese si è superata ancora ed è riuscita a battere la ceca Petra Kvitova, numero 11 del seeding. 7-5, 7-6 il punteggio finale in favore della 33enne, che è al terzo turno a New York senza aver concesso neppure un set.

Caroline Wozniacki© Clive Brunskill/Getty Images

In conferenza stampa la nativa di Odense ha espresso il suo stato d'animo dopo la vittoria: "Ho avuto anche dei match point prima del tie-break, ma alla fine ce l’ho fatta contro ogni previsione.

In generale mi sono sempre sentita molto a mio agio qui a New York. Da quando sono arrivata, ho notato qualcosa in campo che mi fa stare bene. Sono felice di essere rimasta calma e composta per ottenere finalmente una vittoria così emozionante" ha dichiarato ai media.

Wozniacki quasi non ci crede

Un successo pesantissimo per Caroline, visti i tantissimi precedenti con la sua avversaria: "È incredibile battere una campionessa come Petra. Ovviamente, entrando in partita, sapevo che avrei avuto la possibilità di vincere se avessi creduto in me stessa.

Ero consapevole che sarebbe stato molto difficile, che avrei dovuto tirare fuori il mio miglior tennis. Sono molto entusiasta di avere l'opportunità di gareggiare nuovamente sull'Arthur Ashe Stadium, è un onore giocare nella sessione notturna davanti a questo pubblico" ha aggiunto Wozniacki, che a fine match non è riuscita a trattenere le lacrime.

Wozniacki Kvitova© Sarah Stier/Getty Images

Il ruolo fondamentale di papà Piotr: "È stato il mio allenatore per tutta la mia carriera e, come padre, ha sempre desiderato il meglio per i suoi figli.

Quando gli ho parlato dell'idea che forse volevo riprovare, lui davvero non se lo aspettava ma allo stesso tempo ha detto: 'Se questo è quello che vuoi fare' Sa che sono una persona molto determinata, quindi una volta che mi metto in testa qualcosa, ci vado al 100%" ha concluso in conferenza stampa.

SHARE