Casper Ruud in grande crisi: "Stagione deludente, salvo solo il Roland Garros"

Il norvegese eliminato dal cinese Zhang e fuori dalla top 8 mondiale

by Luca Ferrante
SHARE
Casper Ruud in grande crisi: "Stagione deludente, salvo solo il Roland Garros"
© Sarah Stier/Getty Images

È un 2023 davvero da cancellare in fretta per Casper Ruud, che non ha quasi mai inciso e anche agli Us Open è stato eliminato dal tabellone nei primi turni. Il norvegese non è riuscito a limitare l'aggressività del cinese Zhizhen Zhang e al quinto si è dovuto arrendere, uscendo definitivamente dalla top 8 mondiale.

In conferenza stampa il nativo di Oslo ha parlato di questo momento complicato: "Non è andata come previsto ma ero preparato a un anno difficile, visto che nel 2022 le mie aspettative sono state superate. Mi aspettavo che a un certo punto le cose non sarebbero andate bene, fa parte dello sport, anche se non è divertente attraversare questi periodi.

Il momento clou è stato la finale del Roland Garros, senza quel risultato sarei piuttosto deluso ora. Se a gennaio mi avessero detto che sarei tornato in finale di uno Slam, ovviamente l'avrei firmato, ma sono deluso dagli altri risultati.

È ora di tornare indietro, riflettere e riposarsi un po' a casa per poi andare forte alla Laver Cup" ha evidenziato l'ex numero 3 al mondo.

L'analisi di Ruud sulla sconfitta

Ruud è deluso dalla prestazione mostrata a New York: "È stata dura, è una delusione perdere, l'obiettivo era restare più a lungo possibile e vincere più partite.

Devo dare tutto il merito a Zhang, sparava di dritto, di rovescio e ha anche servito benissimo. Mi ha fatto sentire un po' a disagio, ha giocato molto bene i set che ha vinto. Ci sono cose che potrei fare meglio e dovrò analizzare.

Voglio essere un giocatore migliore e più forte la prossima volta che scenderò in campo". Il norvegese è rimasto impressionato dal suo avversario, che aveva battuto all'Open di Francia: "È una superficie diversa, questo è fondamentale almeno ai miei occhi.

Ha giocato meglio dell'ultima volta, forse si sente più a suo agio sul cemento che sulla terra battuta. Per me è stato molto difficile competere a causa del suo stile di gioco. Gioca così velocemente che è stato difficile per me impostare i colpi, questo è qualcosa su cui devo sicuramente migliorare.

È frustrante, perché è normale che qualcuno che scommetta su quello stile accumuli diversi errori, soprattutto nelle battaglie da cinque set. Sentivo di non aver fallito in quel quinto parziale, pensavo che gli errori sarebbero arrivati.

Ho lottato fino alla fine, non volevo arrendermi, non volevo lasciare New York, ma questa volta deve essere così". L'obiettivo principale fino al termine dell'annata resta lo stesso: "Voglio partecipare alle Nitto Atp Finals".

Casper Ruud Roland Garros
SHARE