Cincinnati, Lajovic elimina Sinner: "Felice di aver vinto in due set, altrimenti..."

Il tennista serbo analizza la vittoria contro l'azzurro e parla di salute mentale e dei suoi effetti, soprattutto in questo 2023

by Martina Sessa
SHARE
Cincinnati, Lajovic elimina Sinner: "Felice di aver vinto in due set, altrimenti..."
© Atptour.com

Dusan Lajovic è autore di una prestazione di altissimo livello per battere al secondo turno del Masters 1000 di Cincinnati Jannik Sinner, testa di serie e fresco vincitore del torneo 1000 di Toronto. Due set equilibrati, dettati dalla stanchezza del tennista azzurro e da un serbo che non ha mai mollato.

Nel primo set sfrutta l’unica palla break concessa; nel secondo difende quelle che concede e si regala il tiebreak. Qui, forte della migliore condizione fisica e del miglior tennis espresso, chiude il match. “Ovviamente sapevo che sarebbe stata dura perché ogni volta che affronti qualcuno che è in ottima forma e ha molta fiducia, che gioca bene nei momenti importanti”, ha detto il finalista di Monte-Carlo ai microfoni dell’Atp dopo la vittoria.

“Sapevo di aver servito molto bene negli ultimi due giorni; quindi, ho pensato che se avessi continuato così, avrei potuto dominare il punto dopo il servizio. Questo è quello che ho fatto la maggior parte delle volte nei miei turni di servizio.

Sono felice di aver finito in due set perché so che affrontare un tre set contro questo tipo di giocatori sarebbe stata sempre molto più dura”, ha proseguito il tennista.

Il tema della salute mentale

Per Dusan Lajovic, l’intervista post vittoria è stato un momento anche per parlare di un altro aspetto, molto legato oramai al tennis: la salute mentale.

“Ho iniziato a cambiare molte cose su di me”, ha dichiarato in merito alle sue vittorie contro i top 10, con un bilancio di quattro nel 2023. “Quest'anno ho iniziato a fare un sacco di formazione sulla salute mentale con un terapista e ho iniziato a cambiare alcune cose su me stesso, il che è sempre difficile, specialmente quando hai più di 30 anni.

Siamo molto affermati come persone, quindi cambiare richiede un grande sforzo, ma ha iniziato a funzionare. Ho iniziato a giocare molto bene in questa stagione. Ho avuto un tempismo sfortunato con la varicella, che ho preso a Parigi e sono stato fuori fino a Wimbledon, e mi ci sono volute un altro paio di settimane per tornare in pista. Ora sono finalmente tornato dov'ero prima”, ha concluso il tennista serbo.

SHARE