Auger-Aliassime dopo la vittoria contro Matteo Berrettini: "Mi sento sollevato"

Il canadese è tornata a vincere una partita dopo oltre due mesi

by Antonio Frappola
SHARE
Auger-Aliassime dopo la vittoria contro Matteo Berrettini: "Mi sento sollevato"

L’urlo liberatorio lanciato al termine del match con Matteo Berrettini descrive meglio di ogni altro gesto l’emozione provata da Felix Auger-Aliassime dopo aver conquistato il secondo turno al Masters 1000 di Cincinnati.

Il canadese ha dovuto fare i conti con diversi problemi al ginocchio e alla spalla e non ha mai brillato nel corso della stagione. I risultati conseguiti a partire dal torneo di Miami, in particolare, hanno lanciato l’allarme.

Auger-Aliassime, prima dell’esordio al Western & Southern Open, aveva perso sette delle ultime otto partite. L’unico squillo era arrivato a Lione contro Pablo Llamas Ruiz, in quel momento numero 240 del ranking ATP.

Il successo ottenuto ai danni di Berrettini a Cincinnati assume quindi un significato speciale; capace di andare oltre la banale logica dei numeri. A scalfire il cuore di Auger-Aliassime è stata una prestazione al di sopra delle aspettative: tutto ciò di cui aveva bisogno per ritrovare il successo.

Le parole di Auger-Aliassime dopo il successo contro Berrettini a Cincinnati

"Sono molto felice e mi sento sollevato. È stato un primo turno difficile. Devi essere pronto fin dalla prima partita e affrontare le avversità.

Penso di aver affrontato le cose abbastanza bene oggi. È stato bello ottenere il break all'inizio del secondo set e ricominciare a guidare la partita" , ha dichiarato il canadese in conferenza stampa. "Non ho mai dubitato delle mie capacità o del giocatore che sono.

Penso di aver dimostrato a me stesso e agli altri di essere tra i migliori giocatori del mondo in passato. Quest'anno è stato davvero impegnativo per diversi motivi. Ovviamente l'infortunio al ginocchio mi ha tenuto lontano dai campi Hai davvero bisogno di essere sempre al meglio in questo sport.

Da quando sono tornato sul cemento mi sono sentito molto meglio. Dovevo solo accettare le due sconfitte consecutive; è bello ottenere finalmente una vittoria" . Auger-Aliassime ha poi analizzato il suo passato e focalizzato l'attenzione sulla routine che un tennista deve rispettare per esprimersi sempre al massimo.

"Ci sono state partite in cui ho espresso il mio migliore tennis lo scorso anno. Ho battuto grandi giocatori. Ora mi sento bene con il mio gioco. Non sono troppo lontano dalla mia migliore versione, ma ho bisogno di giocare più partite.

Oggi è stato fantastico.I tennisti, al giorno d'oggi, curano molto la preparazione: dalla flessibilità ai movimenti da fare in campo. Possiamo vedere quello che fa Novak Djokovic per essere ancora così competitivo.

Ovviamente Novak è il migliore esempio, ma credo che molti giovani siano attenti ora pensando al lungo termine" . Photo Credit: Peter Staples/ ATP

Auger-aliassime Matteo Berrettini
SHARE