L'ex numero 5 Arias sorprende: "Alcaraz, al suo meglio, è più forte di Djokovic"

Il vecchio pupillo di Nick Bollettieri si lascia andare ad una dichiarazione che fa discutere

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
L'ex numero 5 Arias sorprende: "Alcaraz, al suo meglio, è più forte di Djokovic"

Due settimane fa Carlos Alcaraz alzava il suo secondo titolo Slam, il primo Wimbledon della sua precocissima carriera, battendo da sfavorito il campione in carica Novak Djokovic. Il fuoriclasse spagnolo, ripresosi anche la testa del ranking, è ormai considerato a tutti gli effetti un fenomeno, candidato alla vittoria in tutti i tornei ai quali partecipa, indipendentemente dalla superficie sulla quale si gioca.

A fine agosto Carlitos sarà chiamato a difendere il primo major della sua carriera: Us Open. Il talento murciano al momento sembra uno dei pochi a poter contendere realmente i trofei più importanti al fuoriclasse serbo, che già pregustava prima della finale il Calendar Grande Slam.

L'ex pupillo di Nick Bollettieri e numero 5 del mondo Jimmy Arias ha sempre avuto una grande considerazione del 20enne numero uno al mondo, tanto da pensare che quando è al suo meglio, nessuno può batterlo, tanto meno il 23 volte campione slam

La consacrazione di Alcaraz agli occhi di Arias

Prima della finale di Wimbledon, alcune persone me lo hanno chiesto e io ho detto: può sembrare assurdo, ma al suo meglio è migliore di chiunque altro.

È meglio di Djokovic, che non può raggiungere questo livello. È il miglior livello di gioco che abbia mai visto", ha dichiarato recentemente al podcast Inside In de Tennis Channel. Poi ancora: "Non sapevo se sarebbe stato in grado di svilupparlo in una finale di Wimbledon contro Djokovic, ma sapevo anche che sarebbe stato più rilassato rispetto al Roland Garros, dove la situazione era strana per lui perché stava giocando contro un 22 volte campione del Grande Slam, ed era il favorito assoluto.

Ho pensato che questo fosse uno strano ostacolo mentale per lui. Nella finale di Wimbledon è successo il contrario. Questa volta Nole era il favorito e sapevo che Carlos avrebbe giocato in modo rilassato, o meglio pensavo che lo avrebbe fatto, ma è una finale di Wimbledon".", ha concluso. Photo Credit: Wimbledon

Alcaraz
SHARE