Swiatek rassicura tutti: "Sto bene. Ho imparato molto, spero di dimostrarlo in campo"

La numero uno WTA farà il suo esordio a Wimbledon il prossimo lunedì

by Antonio Frappola
SHARE
Swiatek rassicura tutti: "Sto bene. Ho imparato molto, spero di dimostrarlo in campo"

Quella vissuta da Iga Swiatek questa settimana, non è stata la vigilia ideale in vista del torneo di Wimbledon. La giocatrice polacca ha deciso di partecipare al torneo WTA 250 di Bad Homburg per adattarsi nel minor tempo possibile ai campi in erba, superficie che poco si adatta al suo stile di gioco regolare e solido.

La numero uno WTA si è ritirata a poche ore dall’inizio del match valido per l’accesso in finale contro Lucia Bronzetti a causa della febbre. “Mi dispiace ritirarmi. Questa notte ho avuto la febbre e una possibile intossicazione alimentare.

Devo prendermi cura di me stessa, spero di recuperare presto” , ha scritto Swiatek sul proprio account Twitter.

Swiatek rassicura tutti i suoi fan: "Sto bene"

La polacca ha parlato del suo attuale stato di forma nel corso del Media Day di Wimbledon.

“Ho utilizzato bene il tempo trascorso a Bad Homburg. Penso di potermi adattare sempre più rapidamente all’erba e non vedo l’ora di fare il mio esordio a Wimbledon. Sto bene. Ho avuto una brutta notte, forte dolore allo stomaco, ma mi sono sentita bene dopo.

Sono sicura che le cose andranno sempre meglio” , ha spiegato Swiatek. “Quando ero una junior ricordo che mi sentivo molto bene sull'erba, poi invece ci sono stati anni e tornei in cui avrei sperato di giocare meglio.

Ad esempio nel 2019 ho incontrato Viktorija Golubic. Lei ha giocato tanti slice, io mentalmente non ero davvero concentrata sul torneo a Wimbledon. Poi nel 2020 non abbiamo giocato per il COVID. Anche negli ultimi anni il passaggio dalla terra all'erba per me non è stato facile, perché ho dovuto superare ostacoli che non avevano solo a che fare con la superficie o il torneo.

Ma quest'anno, sento che per la prima volta sono riuscita a concentrarmi solo sul gioco e l'allenamento. Ho imparato molto e spero di dimostrarlo in campo. Sono profondamente convinta che i migliori possano giocare bene su tutte le superfici.

E voglio diventare quel tipo di giocatrice" . Swiatek si è infine soffermata sulla possibile reazione del pubblico nei confronti dei tennisti russi e bielorussi, esclusi lo scorso anno. “È difficile prevedere quello che farà il pubblico.

Penso sia positivo il fatto che Wimbledon abbia chiesto ai giocatori di parlare della guerra e di quello che pensano della vicenda. Tutto dovrebbero essere contro la guerra” . Photo Credit: Getty Images

Wimbledon
SHARE