Roland Garros, Ruud torna in finale: "Contro Djokovic sarà dura, farò del mio meglio"

Il norvegese conquista la seconda finale al Roland Garros battendo Alexander Zverev in tre set

by Martina Sessa
SHARE
Roland Garros, Ruud torna in finale: "Contro Djokovic sarà dura, farò del mio meglio"

Back-to-back per Casper Ruud: il norvegese torna in finale al Roland Garros per il secondo anno consecutivo. È la terza finale Slam su cinque tornei giocati, da Parigi 2022 a Parigi 2023, passando per l’ultimo atto a Flushing Meadows contro Carlos Alcaraz.

L’anno scorso ha affrontato Rafael Nadal, che ha conquistato contro di lui il titolo numero 22. Quest’anno affronterà Novak Djokovic, a caccia del titolo Slam numero 23, che gli permetterebbe di superare lo spagnolo e diventare il giocatore con più titoli del Grande Slam della storia del tennis maschile.

Di questo, Ruud ne è perfettamente consapevole. “Sarà dura, di sicuro. Sta giocando per il suo 23esimo [titolo Slam], io giocando per il mio primo. Quindi cercherò di giocare senza pressioni e proverò solo a godermi il momento.

Ovviamente vorrei provare a fare meglio dello scorso anno, vediamo se ho imparato qualcosa dalle due precedenti finali che ho giocato l’anno scorso”, ha detto sul suo avversario, mentre su se stesso spiega: “Non pensavo e non credevo all'inizio del torneo di arrivare in finale.

Ho dato il massimo in ogni partita. Ha preso una partita alla volta. Domenica sarà la sfida più dura dell'anno per me, ma farò del mio meglio”.

Il dato negativo contro Djokovic

Per Casper Ruud i precedenti contro Novak Djokovic non sono dei migliori: quattro sconfitte su quattro partite giocate, senza mai vincere un set.

“Non ho guardato tutta la semifinale. Alla fine, è stato un peccato per Carlos che abbia avuto i crampi, aveva tutta l’aria di essere una partita dura e lunga. Sì, penso che Novak abbia giocato alla grande in questo torneo e negli Slam alza sempre il livello.

Quindi sarà una sfida difficile. Non l’ho mai battuto prima. Quindi dovrò provare con un piano di gioco migliore e per avere una possibilità contro di lui devo giocare il miglior tennis. Proverò anche a giocare senza molta pressione.

È più o meno quello che ho fatto oggi: sono sceso in campo e non ho pensato troppo, non ho voluto mostrare troppe emozioni, buone o cattive che fossero. Vediamo se riesco a mantenere questo tipo di sentimento e mentalità per la finale”, ha detto l’ex numero due del mondo. Photo credits: Getty Images

Roland Garros Alexander Zverev
SHARE