Roland Garros, Haddad Maia non supera l'esame Swiatek: "Tradita dall'emotività"

La brasiliana, al primo grande percorso in un grande slam, spiega i motivi della sconfitta contro la numero uno

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
Roland Garros, Haddad Maia non supera l'esame Swiatek: "Tradita dall'emotività"

Dopo un match durato oltre 2 ore, Beatriz Haddad Maia si è arresa in semifinale alla campionessa in carica del Roland Garros, Iga Swiatek. La polacca ha vinto il match con il punteggio di 6-2, 7-6. La brasiliana, al primo traguardo così importante in carriera, ha parlato in conferenza stampa dell’emozione di calcare il Philippe Chatrier contro la numero uno al mondo “Oggi Iga è stata una giocatrice migliore di me.

Credo di essere stata troppo emotiva all'inizio. La mia prima semifinale contro Iga, numero uno del mondo, sul Philippe Chatrier, con molti brasiliani tra il pubblico. Non sono riuscita a rimanere disciplinata, a concentrarmi sulle cose che dovevo fare, ma ho fatto del mio meglio", ha spiegato la numero 14 del ranking Wta.

Swiatek in cerca del terzo titolo a Parigi

La tennista nativa di Varsavia invece, in cerca di sel suo terzo titolo a Parigi in 4 anni, non ha nascosto la sua soddisfazione per questo ennesimo grande traguardo: Sono molto contenta di essere di nuovo in finale, non è stato semplice soprattutto nel secondo set.

A volte il match è stato stressante ma sono rimasta solida ed ha chiuso la sfida al tiebreak". Swiatek si è poi complimentata con l’avversaria: “Complimenti a Beatriz che ha giocato molto bene. Maia sfrutta il fatto di essere mancina e usa molto questo al servizio.

Tatticamente è diverso, bisogna cambiare molto perché non trovi molti avversari mancini. Ma sapevo che potevo approfittare della mia forza sulla terra battuta, ho messo la gara sul piano fisico e devo dire che ero molto fiduciosa nelle mie qualità", ha argomentato.

Sulla prossima avversaria, Karolina Muchova: "Conosco il suo gioco, abbiamo fatto tanti allenamenti insieme dal 2019 e la vedo anche più rispetto ad altri colleghi. Mi piace il suo gioco, la rispetto molto e sento che può fare qualsiasi cosa.

Ha una grande mano, è capace di fare grosse accellerazioni e ha una grande tecnica. Io sono pronta e voglio vincere a qualsiasi costo", ha concluso. Photo Credit: Getty Images

Roland Garros
SHARE