Flavia Pennetta non le manda a dire: “Nel tennis femminile manca varietà”

L’ex tennista azzurra, intervistata dal portale serbo Sportklub, ha detto la sua su ciò che sta offrendo il circuito femminile

by Giuseppe Migliaccio
SHARE
Flavia Pennetta non le manda a dire: “Nel tennis femminile manca varietà”

A Flavia Pennetta non manca particolarmente il tennis e l’ha dimostrato a più riprese rimanendo ferma nella propria decisione presa al momento del ritiro. Di tanto in tanto, tuttavia, le piace scendere in campo come in occasione del Roland Garros Legends in cui è impegnata con l’ex collega e connazionale Francesca Schiavone.

Inoltre, sporadicamente concede delle interviste come quella rilasciata al portale serbo Sportklub, nella quale si è espressa, tra le altre cose, sull’attuale livello che, dal suo punto di vista, sta offrendo il tennis femminile: “La prima cosa che salta all'occhio è quanto siano fisicamente in forma adesso le tenniste, delle vere atlete.

Mi sembra però che non ci sia molta varietà, molte tenniste giocano in modo identico. Non sono molte quelle come Radwanska e Roberta Vinci, ad esempio, che hanno giocato con tanta tecnica. Ora tutto è più potente” .

Pennetta: “Ecco il mio consiglio per gli ex tennisti”

Non solo tennis, ma anche di vita “off court” ha parlato Flavia Pennetta nell’intervista rilasciata recentemente al portale serbo Sportklub.

In particolare, l’ex campionessa azzurra ha risposto a una domanda relativa al come intrattenersi subito dopo aver chiuso la propria carriera da professionista, dando un consiglio ai suoi colleghi che si sono ritirati da poco: “Un consiglio per giocatori che si sono appena ritirati? Non è facile, ma penso che sia un po' più facile per le donne.

Possiamo sempre passare del tempo a casa e riordinare qualcosa. Possiamo trovare più facilmente qualcosa per riempire il nostro tempo: cucinare, qualcos'altro che ci riempie la giornata. Per gli uomini talvolta è meno semplice, spesso hanno un hobby.

Non è facile trovare un equilibrio e rispondere alla domanda «cosa devo fare adesso?» . Il mio consiglio è di non affrettarsi, ma di prendersi un po' di tempo per stabilire cosa vogliono fare, cosa piace e cosa non piace.

Non abbiamo risposte immediate a queste domande, perché per tutta la nostra vita precedente abbiamo fatto solo una cosa, giocare a tennis. Ogni giorno dopo la fine della carriera scopriamo qualcosa di nuovo, è impossibile avere un piano per i prossimi vent'anni nel momento in cui finisci di giocare.

È stato così per me, ho provato cose diverse: mostre, lavori in posti diversi, e poi ho capito che sono abbastanza brava in TV se parlo di tennis. Il mio obiettivo era anche quello di diventare mamma, sono soddisfatta da quel punto di vista” . Photo Credits: Sport Vision, Chryslène Caillaud

Flavia Pennetta
SHARE