Andrey Rublev critico al Roland Garros: "A nessuno importa se vinco o perdo"

Il russo ha superato, pur concedendo un set, il primo turno dello Slam parigino

by Luca Ferrante
SHARE
Andrey Rublev critico al Roland Garros: "A nessuno importa se vinco o perdo"

Andrey Rublev è stato piuttosto critico in conferenza stampa al termine della partita d'esordio al Roland Garros. Il tennista russo ha superato con qualche problema il serbo Laslo Djere e staccato il pass per il secondo turno dello Slam parigino.

Davanti ai media, a fine match, il ragazzo di Mosca ha sorpreso un po' gli appassionati per le risposte date ad alcune specifiche domande. Dopo aver vinto un Master 1000 in questa stagione, al 25enne è stato chiesto quale fossero le aspettative per la prestigiosa manifestazione in Francia.

La sua risposta è stata: "Penso che riguardi più il giocatore, perché le aspettative alla fine non sono reali. Credo sia più un gioco per i media. La realtà è una sola: a nessuno importa se vinco o perdo.

Quindi cerco solo, come ho detto, di concentrarmi sulle cose su cui ho più bisogno e di provare a pensare meno a ciò che sta accadendo" ha rivelato. In merito, ha anche aggiunto: " Quando ero più giovane forse pensavo che ci fossero delle aspettative fino al momento in cui ho capito che alla fine a nessuno importa.

Se finisco oggi la mia carriera, la tua vita cambia? Affatto. E alla fine questo è quello che ho imparato quando ero abbastanza giovane, di come accetto le cose e di come le affronto".

Le parole di Andrey Rublev

Andrey non è stato inserito da molti nell'elenco dei favoriti per la vittoria finale.

Il suo pensiero: "Meglio, meglio (sorridendo). Una buona notizia quando menzionano meno il tuo nome" ha sottolineato. Un debutto ben gestito dal russo, che si è imposto in quattro set contro Djere, abile a strappare però il secondo parziale.

Rublev tornerà in campo mercoledì 31 maggio per affrontare il giocatore di casa Corentin Moutet, che potrà godere di un grande tifo sugli spalti. E in conferenza ha ribadito: "Non ho nessuna aspettativa". Photo credit: Getty Images.

Andrey Rublev Roland Garros
SHARE