Roma, Rune sfida Djokovic ai quarti: "È uno dei più forti, devo fare del mio meglio"

Il tennista danese supera con qualche difficoltà Popyrin e ai quarti affronterà Djokovic, dopo la finale di Parigi-Bercy

by Martina Sessa
SHARE
Roma, Rune sfida Djokovic ai quarti: "È uno dei più forti, devo fare del mio meglio"

Sono stati necessari tre set a Holger Rune per battere Alexei Popyrin agli ottavi di finale degli Internazionali d’Italia: 6-4, 5-7, 6-4 è stato il risultato di un match non facile per il danese, che ha superato il turno dopo tre ore di match.

“Stavo bene, ma è stato un match duro. Penso di aver iniziato bene il match, prendendo le distanze da lui. Il secondo set è stato difficile e super combattuto. Lui è riuscito ad avere la meglio. Nel terzo parziale poi sono riuscito a rifocalizzarmi e a giocare di nuovo il mio tennis”, ha esordito la testa di serie numero sette del torneo in conferenza stampa.

Per lui, ai quarti di finale, ci sarà il sei volte campione degli Internazionali d’Italia Novak Djokovic. I due si sono affrontati lo scorso anno a Parigi-Bercy, nella finale del Masters 1000, vinta proprio dal giovane danese.

Dal cemento indoor alla terra. “Non credo che sarà diverso, Djokovic è un giocatore da tutte le superfici. Credo che sarà difficile a prescindere dal dove si giocherà. Devo fare del mio meglio”, ha detto in conferenza stampa.

Da Djokovic a Alcaraz

Nel post partita contro Cameron Norrie, Novak Djokovic ha dichiarato che Holger Rune gli ricorda se stesso da giovane. A questa frase, il danese ha commentato in conferenza stampa: “Credo che sia un complimento (ride).

Novak ha avuto una carriera incredibile. Domani sarà una sfida per capire qual è il mio livello. Novak è uno dei più grandi giocatori della storia del tennis. È positivo che io abbia la possibilità di sfidare me stesso e sfidare Novak domani”.

Dopo la vittoria, Rune ha parlato anche di Carlos Alcaraz, suo compagno di doppio da bambini e uscito sconfitto al secondo match disputato agli Internazionali d'Italia della sua carriera. “Credo sia fisicamente molto forte.

Il suo tennis è molto fisico, è aggressivo ed esplosivo. Credo che questa componente sia fondamentale per il suo gioco”. Photo credits: @InteBNLdItalia (Twitter)

SHARE