Sabalenka: "C'è tensione nel circuito per la guerra, ma non ho fatto nulla di male"

La bielorussa ha parlato dopo aver raggiunto la finale

by Mario Tramo
SHARE
Sabalenka: "C'è tensione nel circuito per la guerra, ma non ho fatto nulla di male"

Il 2023 di Aryna Sabalenka è stato finora a dir poco straordinario. Dopo la vittoria degli Australian Open la bielorussa ha raggiunto a Indian Wells la sua terza finale stagionale ed ambisce a consolidare la classifica di numero due mondiale.

In semi la tennista ha battuto la greca Maria Sakkari e Aryna ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in conferenza stampa: "Sono davvero felice di tutto questo, sembra pazzesco. Maria è una grande combattente e i match contro di lei sono molto duri, per questo sono felice di questa vittoria.

Match iniziato in ritardo? Per un secondo all'inizio ho pensato che qualcosa stesse andando storto, ma alla fine non è andata così (ride). Cose del genere possono accadere, bisogna solo rilassarsi. Sono felice che non ha toccato il mio gioco.

Quest'anno riesco a controllarmi e mantenere la calma mi ha aiutato in situazioni come queste. Non importa cosa succede, devo solo esprimere il mio miglior tennis. Obiettivi? Non lo so, mi concentro solo su me stessa e vedo gioco in costante miglioramento.

Voglio continuare così e continuare a vincere. Facile arrivare in finale? Capisco ci sia comprensione di vedermi come favorita, ma arrivare in finale non è mai facile. Mi piace non aver totale attenzione addosso e preferisco spostarla sulle cose che voglio fare.

Io continuo a lavorare sodo, so che non darà sempre così ma ora tutto questo è fantastico, è fantastico essere tra i migliori. Finale? Comunque vada sarà un match straordinario e non vedo l'ora di disputare questo match.

La vittoria su Iga alla Finals ha cambiato qualcosa ma sono consapevole che servirà sempre e comunque il mio miglior tennis per batterla".

Sabalenka e le parole in conferenza stampa

Aryna ha proseguito: "Lo scorso anno ho faticato molto, sia con il servizio che con altri situazioni.

Sono in grado di gestire me stessa e ho capito come svolgere il giusto tennis. Ora, qualsiasi cosa succede, devo solo mettere in campo il mio miglior tennis e le cose ora stanno andando così. Il ritiro della Tsurenko e la tensione della guerra? Non posso controllare le emozioni degli altri ma credo che la Wta stia facendo il meglio.

È vero c'è grande tensione tra tutte noi, ma io sono ancora convinta che sia io che gli altri tennisti russi non abbiamo fatto nulla di male. Credo che la Wta stia supportando bene entrambe le parti". Photo Credit: Getty Images

SHARE