Daniil Medvedev confessa: "Battere Novak Djokovic è sempre un sogno"

Il russo sfiderà in finale a Dubai il connazionale Andrey Rublev

by Luca Ferrante
SHARE
Daniil Medvedev confessa: "Battere Novak Djokovic è sempre un sogno"

Tredicesimo successo consecutivo, terza finale di fila dopo Rotterdam e Doha. Daniil Medvedev non si ferma praticamente più e in quel di Dubai è riuscito a piegare anche le certezze del numero uno al mondo Novak Djokovic.

Sono bastati due set di altissimo livello al russo per regalarsi l'atto conclusivo dell'Atp 500 contro il connazionale Andrey Rublev. Al termine del match il 27enne nativa di Mosca ha analizzato: "Penso di poter correre e colpire un sacco di palle da fondocampo.

Ci sono giocatori come Hurkacz o Cressy che scendono di più a rete, hanno imparato questo tipo di piano di gioco. Anche se è ancora molto bravo a rete, penso che Novak non sia il tipico giocatore che si trova molto a suo agio nell'avvicinarsi a rete, quindi sarà stata un po' dura per lui.

Penso che stesse trovando le risposte e abbia provato molte cose durante la partita. Dovevo essere preparato, perché poteva ribaltare la situazione in qualsiasi momento. Ho dovuto essere concentrato al 100% fino all'ultimo punto dell'incontro" ha spiegato il finalista.

Medvedev e il sogno di battere Nole

Non è la prima volta che il tennista russo riesce in questa impresa: "Ogni volta che batto Djokovic è una sensazione incredibile. È probabilmente il migliore in assoluto, o almeno uno dei primi tre.

Penso che la finale degli Us Open sia il miglior ricordo che ho, perché è stato anche il mio unico Slam vinto. Vincere contro qualcuno come Nole è sempre un sogno che si avvera. Sarà qualcosa che rimarrà sempre nella mia memoria.

Vincere queste sfide ti dà sempre più sicurezza" ha aggiunto. In finale ci sarà il connazionale Rublev: "È un atleta incredibile. È un tennista che potrebbe vincere Masters 1000 o Grand Slam.

Forse si irrigidisce più del dovuto nei momenti importanti ma non tanto negli Atp 500, visto che ne ha tanti in bacheca. Abbiamo già avuto battaglie difficili in passato, come le ultime due vittorie, che sono state partite molto equilibrate.

Mi aspetto una gara dura fisicamente e mentalmente. Devo essere al mio livello migliore, servire molto bene e non dargli palle facili" ha evidenziato. Photo credit: Getty Images.

Daniil Medvedev Novak Djokovic Andrey Rublev
SHARE