Zverev approda in semifinale a Dubai: "Gli sforzi fatti stanno dando i loro frutti"

Il tedesco vince contro Sonego in due set e approda in semifinale a Dubai, dove affronterà Andrey Rublev

by Martina Sessa
SHARE
Zverev approda in semifinale a Dubai: "Gli sforzi fatti stanno dando i loro frutti"

Alexander Zverev è tornato e disputerà la prima semifinale da quella del Roland Garros del 2022, dove si è procurato un infortunio alla caviglia che l’ha tenuto lontano dai campi per più di metà stagione.

Al torneo ‘500’ di Dubai, il tennista tedesco ha sconfitto in due set Lorenzo Sonego: 7-5, 6-4 a favore del finalista Slam. "Sto iniziando a giocare ad un ottimo livello e sto gestendo perfettamente le situazioni di tensione.

Direi che il tennis che sto mostrando in queste ultime uscite è migliore di quanto non avessi a volte prima dell'infortunio. Sono entusiasta di ciò, di aver recuperato sensazioni positive in un torneo così esigente come questo e la verità è che sono molto contento della mia performance.

È fantastico vedere che tutti gli sforzi fatti finora abbiano iniziato a dare i loro frutti”, ha detto il tedesco in conferenza stampa.

Il rientro dopo l’infortunio

Il ritorno in campo non è stato facile per Sascha Zverev, così come non lo sono stati tutti quei mesi che hanno seguito l’infortunio subito al Philippe Chartier.

A seguire, un’operazione che l’ha portato al ritiro negli ultimi due tornei Slam del 2022. In conferenza stampa a Dubai, il tedesco ha spiegato le difficoltà di quei momenti e come si gestisce quel momento negativo: "Quando succede qualcosa di questo tipo, la prima cosa è accettarlo.

Non mi è costato molto dato che l'infortunio si è verificato facendo ciò che mi piace di più nel mondo, ovvero competere in uno dei tornei più importanti e contro uno degli avversari più temibili su quel campo (Nadal, ndr).

Se mi fossi rotto la caviglia in altre situazioni, extra tennistiche, sarebbe stato orribile, molto difficile da accettare; quando, però, stai facendo di cui sei appassionato e insegui i tuoi sogni non c'è nulla di cui rimproverarsi.

Ho cercato di rimanere occupato tutto il giorno e provato a fare cose che di solito non facevo. Sono comunque andato in palestra due volte al giorno e ho cercato di migliorare. La chiave è non avere fretta e capire che sei in un lungo processo in cui non puoi saltare le fasi”. Photo credits: Getty Images

Andrey Rublev
SHARE