Jacopo Berrettini: "Un sogno che diventa realtà. Matteo una fonte di ispirazione"

Jacopo Berrettini dopo le qualificazioni, supera ad Acapulco anche il primo turno. E ringrazia Matteo: "Penso sia la persona più importante della mia vita"

by Perri Giorgio
SHARE
Jacopo Berrettini: "Un sogno che diventa realtà. Matteo una fonte di ispirazione"

Condividere la vittoria più importante in carriera proprio accanto al fratello Matteo? Detto, fatto. Reduce dal setaccio delle qualificazioni, ma soprattutto da due vittorie brillanti, Jacopo Berrettini conferma il buonissimo stato di forma, sfrutta nella migliore delle maniere la chance concessa dal '500' messicano e irrompe tra i grandi con la vittoria ai danni di Oscar Otte.

Personaggio nel destino della famiglia Berrettini, visto che Matteo poco più di cinque anni fa aveva vinto la prima partita nel tabellone principale di uno Slam - sulla terra di Bois de Boulogne - proprio contro il tennista tedesco.

Costretto sul cemento messicano ad alzare bandiera bianca nel cuore del terzo set a causa di un problema al ginocchio sinistro. Il ritiro del tedesco non ridimensiona però in alcun modo la splendida prestazione del tennista azzurro, che rimedia a un set di svantaggio, ricompatta il punteggio alla fine del tie break nel secondo e cancella anche una manciata di palle break in avvio di terzo.

"Non sono arrivato qui con ottime sensazioni in realtà" ha spiegato in conferenza stampa. "Ma ho provato a lottare con tutto quello che avevo a disposizione dal primo match di qualificazione e credo di esserci riuscito in qualche modo.

Il mio team e la mia famiglia mi hanno aiutato molto in questo percorso, quindi non posso fare altro che ringraziarli. Per me è molto importante averli qui" ha detto Jacopo prima di soffermarsi ovviamente su Matteo. Modello di vita, fonte d'ispirazione, semplicisticamente 'tutto' dentro e fuori dal campo.

"Senza di lui tutto questo non sarebbe stato possibile. Non solo per la wild card, ma per tutto il resto. Davvero. Penso sia la mia principale fonte di ispirazione, ma è anche un campione e una persona fantastica. Non faccio fatica a dire che sia la persona più importante della mia vita" Insomma: la favola di Jacopo continua.

Dopo Oscar Otte, il tennista azzurro - che farà un grosso balzo anche nel ranking e che si riavvicinerà alla posizione numero 500 - troverà sulla strada un ostacolo ancora più complesso. Al secondo turno sfiderà infatti Alex de Minaur, reduce dalla più che agevole vittoria contro il messica Pacheco al primo turno.

Jacopo Berrettini
SHARE