Il dolore di Schwartzman: “Non mi spiego un livello così basso. Sono bloccato”

L’argentino viene eliminato al primo turno da Zapata Miralles a Buenos Aires, davanti agli occhi dei suoi tifosi

by Giuseppe Migliaccio
SHARE
Il dolore di Schwartzman: “Non mi spiego un livello così basso. Sono bloccato”

È finito in una spirale da incubo Diego Schwartzman. Una spirale di risultati negativi dalla quale l’argentino non riesce a uscire e non ha idea di come fare per risolvere questa crisi. L’ex numero 8 del mondo è ormai da tempo lontano dalla sua forma ottimale e ha raggiunto forse il momento più basso ieri, quando è stato sconfitto nettamente al primo turno dell’Argentina Open dallo spagnolo Bernabe Zapata Miralles.

Una debacle che Schwartzman sente come una vera e propria umiliazione, per di più subita davanti agli occhi dei tifosi di casa. “È difficile trovare una spiegazione”, ha dichiarato un sofferente Schwartzman a fine partita.

È un peccato esibirsi a un livello così basso davanti al mio pubblico e non poter ricambiare l'amore e il sostegno che mi ha dato. La verità è che sto gareggiando a un livello molto basso e non so perché.

Vedermi così male mi fa perdere completamente la concentrazione” .

Schwartzman: “Mai vissuto un’esperienza del genere”

Sofferenza mista a incredulità. È questo il sentimento che alberga nel cuore di Diego Schwartzman all’indomani della pesante uscita di scena al primo turno in quel di Buenos Aires.

L’argentino, con estrema onestà e mostrando tutta la sua sensibilità, con il cuore dolente, ha ammesso a fine partita di non essere in grado di rintracciare il motivo di questo suo tracollo. È difficile trovare una spiegazione per questo match e per tutta la situazione che sto vivendo.

Questo mi crea enormi dubbi e incertezze e mi blocca ancora di più in campo. Non ho mai vissuto un'esperienza del genere prima d'ora. Ho lavorato duramente nel pre-stagione per iniziare bene l'anno, le sessioni di allenamento non sono le migliori della mia carriera, ma sono a un livello molto più alto di quello che mostro in gara e non ho cambiato le mie routine.

Perdere con punteggi così pesanti non fa che aumentare la mia insicurezza”, ha proseguito il ‘Peque’. “Sono abituato a vincere molte partite e ora sono molto al di sotto del mio potenziale. Il fatto è che non so dove andare, sono bloccato.

Ho ancora una buona classifica, ma al momento non so cosa fare. Sono indeciso se fermarmi per qualche giorno o se continuare a provare”, ha dichiarato l’argentino, che la prossima settimana avrà comunque modo di difendere la finale conquistata lo scorso anno a Rio de Janeiro.

“Non ho parlato con la mia squadra, non riusciamo a trovare una spiegazione e siamo tutti senza parole. La responsabilità è solo mia”, ha concluso Schwartzman, che con queste parole genera una nube di preoccupazione in tutto il mondo del tennis. Photo Credit: Instagram Diego Schwartzman

SHARE