Tsitsipas, prima finale a Melbourne e il sogno della vetta del ranking: le sue parole

Seconda finale Slam e prima al Melbourne Park, dove aver sconfitto Khachanov in quattro set

by Martina Sessa
SHARE
Tsitsipas, prima finale a Melbourne e il sogno della vetta del ranking: le sue parole

È Stefanos Tsitsipas il primo finalista di questi Australian Open. Il tennista greco ha impiegato tre ore e mezza per battere Karen Khachanov nella prima semifinale andata in scena sulla Rod Laver Arena: quattro set e risultato di 7-6, 6-4, 6-7, 6-3 a suo favore.

“Per ora tutto quello che ho da dire è che questa è un'opportunità che vivrò con umiltà. Essere in finale qui significa molto. Avendo iniziato qui nel torneo junior, è importante tornare dove ho mosso i miei primissimi passi che ho fatto sul campo da tennis.

Coglierò questa opportunità e mi preparerò per questo grande giorno”, ha dichiarato in conferenza stampa. “Sto giocando un ottimo tennis – ha proseguito il due volte finalista Slam, che non ha ancora perso in questo inizio di 2023 - Non vedo alcun aspetto negativo o negatività in quello che sto cercando di fare sul campo.

Sono molto ottimista e positivo su qualsiasi risultato, qualsiasi avversario io debba affrontare. È possibile che le cose non vadano come vorrei io, ma ci metto il 110%”.

La sfida con Djokovic

Per Stefanos Tsitsipas, che come Novak Djokovic non ricorda la finale all'Open di Francia (“Neanche io lo ricordo, no”, ha detto scherzando in conferenza stampa) la finale al Melbourne Park è un all-in: se vince il titolo diventerà il numero uno del mondo.

Su questa possibilità, Tsitsipas pesca nei ricordi di infanzia e sogna: “Da piccolo mi dicevo che anche io volevo essere lì un giorno. Come chi mi ha preceduto, voglio ricreare quella sensazione. Sapevo che sarebbe stato un viaggio molto lungo per arrivarci.

Ci sono alcuni passaggi che devi compiere per darti la possibilità di competere per qualcosa di simile. Ma ci credevo molto. ci credevo moltissimo. Primo di tutto, è il mio ego che parla. O ce l'hai o no, sai? Da bambino ero molto fiducioso.

Sono stato numero 1 come junior. Ora voglio diventare numero uno anche nel tennis professionistico maschile, sì”. Photo credits: @AustralianOpen (Twitter)

SHARE