Tsitsipas chiaro sulla NextGen: "Presto finirà anche per Alcaraz e Rune"



by   |  LETTURE 3266

Tsitsipas chiaro sulla NextGen: "Presto finirà anche per Alcaraz e Rune"

Stefanos Tsitsipas vola in semifinale agli Australian Open 2023. Il campione greco, ancora in corsa per la prima posizione nel ranking, ha battuto senza problemi il ceco e sorpresa del torneo Lehecka e ha raggiunto la quarta semifinale in cinque anni in Australia.

Gli Australian Open sono un torneo che lo hanno sempre visto trovarsi molto bene e questa volta affronterà la semifinale da netto favorito, visto i precedenti di 5 a 0 contro il russo Karen Khachanov. Stefanos ha parlato in conferenza stampa ed ha trattato della sfida odierna: "È fantastico essere di nuovo qui in semifinale.

Sono molto contento del mio gioco e sto cercando qualcosa di magico qui in Australia. Philippousis? Mark fa parte del mio staff perché abbiamo capito che le dinamiche con me e mio padre funzionano molto bene, non c'è alcun attrito.

Andiamo tutti d'accordo, zero conflitti. In questo 2022 mi sto divertendo, lui è un bravo ragazzo e può consigliare sia me che mio padre".

Stefanos Tsitsipas sui tornei del Grande Slam

Più volte Tsitsipas è stato ad un passo dalla vittoria di un torneo Slam ma ora sembra in gran forma.

Il campione greco ha commentato: "Quest'anno mi sento benissimo, il mio tennis funziona alla grande. Sono un tennista diverso ed ho una mentalità diverso, scendo in campo senza pensare agli aspetti negativi e voglio solo vincere.

La NextGen? Non ci penso, oggi non pensavo che Lehecka era un tennista della NextGen, non uso etichette. Ci sono passato anche io in passato ma alla fine l'hype su Alcaraz e Rune finirà, loro stanno affrontando un processo di transizione e ripeto è capitato anche a me.

Sono andato avanti, non esiste più la NextGen ma ci sarà solo l'età adulta. Penso che rispetto al passato mi sto dirigendo verso qualcosa in più, sono affamato e sono felice di essere in campo". Tsitsipas ha parlato anche di quel piccolo incidente nel corso del match dove ha rischiato di colpire un raccattapalle a gioco fermo.

In tanti hanno ricordato l'episodio passato di Novak Djokovic agli US Open. Stefanos ha chiarito: "Sono un professionista e chiaramente non miravo al raccattapalle, sicuramente non sono fiero di quello che ho fatto. Non è bello, è stato un colpo in un momento di frustrazione". Photo Credit: Getty Images