Rybakina vince in due contro la no 1 Swiatek: "È stata una battaglia molto dura"



by   |  LETTURE 1753

Rybakina vince in due contro la no 1 Swiatek: "È stata una battaglia molto dura"

Anche la prima testa di serie del tabellone femminile è out. Elena Rybakina, con un doppio 6-4, ha eliminato la numero uno del mondo Iga Swiatek. “Sono molto contenta della mia prestazione oggi. È stata una battaglia molto dura.

Sicuramente quando giochi contro la n. 1, penso che non tu non possa fare altro se non metterla in difficoltà, sapendo che non hai nulla da perdere. Dovevo essere aggressiva fin dalla prima palla, l’ho fatto e ha funzionato bene.

Penso che il servizio sia sicuramente uno dei miei colpi migliori, il mio punto di forza, perché è uno dei servizi più veloci del circuito femminile”, ha dichiarato la kazaka. Nel prossimo turno degli Australian Open c’è un’altra campionessa Slam, Jelena Ostapenko: “Devo cambiare il mio modo di giocare? Questo lo terrò segreto (ridendo).

Te lo dirò forse dopo la partita. Ma, beh, colpisce molto forte e gioca in modo aggressivo come me. Quindi sicuramente dovrò concentrarmi molto sul mio servizio”.

I ricordi del passato e l'obiettivo numero 1

Per Rybakina è seconda settimana Slam: un traguardo che non raggiungeva dalla vittoria a Wimbledon.

Con questo percorso e questa vittoria, la tennista kazaka parla anche della possibilità di essere numero uno del mondo. “Di sicuro ho acquisito esperienza durante l'anno e soprattutto dopo Wimbledon. La cosa principale che mi ha insegnato è quella di stare sempre attenta a ciò che ti aspetta ed essere mentalmente forti.

Diventare numero uno del mondo? Ve lo dirò se capiterà. Per ora però ci sono ancora molte cose da migliorare. Se ripeterò questa prima settimana di Australian Open, dirò che posso essere la numero uno del mondo.

Per ora devo trovare la mia costanza”, ha detto in conferenza stampa. Nell’ultimo passaggio, Rybakina torna sulla sfida contro Swiatek, dato che le due si sono già affrontate da giovanissime a Milano: “Ma credo che contro Iga siano sempre battaglie difficili, non importa se vinco o perdo.

Sicuramente visto che è la numero 1, credo che tutti vogliano batterla. Credo che anche per lei non sia facile essere la n. 1 perché tutti puntano a batterla. Sorteggio? In realtà mi sono concentrata sul match, partita dopo partite.

Questa volta non ho guardato al sorteggio, non è mia abitudine”. Photo credits: Getty Images