Ruud out al secondo turno come Nadal: “Colpa delle esibizioni? Una coincidenza”

Cade anche la seconda testa di serie degli Australian Open, sconfitto da Brooksby in quattro set

by Martina Sessa
SHARE
Ruud out al secondo turno come Nadal: “Colpa delle esibizioni? Una coincidenza”

Anche la seconda testa di serie esce dal tabellone degli Australian Open. Casper Ruud viene sconfitto in quattro set da Jenson Brooksby: lo statunitense conquista il terzo turno dopo un 6-3, 7-5, 6-7, 6-2. Il numero tre del mondo ha dovuto salvare un match point nel terzo parziale per rientrare nel match, ma nel quarto non c’è stata storia.

“Mi sentivo come se stessi lavorando per entrare nel match. Ma ho avuto una brutta partenza nel quarto, e purtroppo non sono riuscita a riprendermi. È frustrante e fastidioso allo stesso tempo, ma allo stesso tempo è giusto riconoscere i meriti dell’avversario, perché è rimasto lì e ha combattuto bene.

Fisicamente è stata una partita dura”, ha dichiarato in conferenza stampa il norvegese. Per Casper Ruud anche un problema agli addominali, che ha richiesto l’intervento del medico. Come il norvegese, anche Rafael Nadal è uscito al secondo turno del torneo Slam: entrambi hanno fatto la tournee di esibizioni in Sud America, che non ha permesso loro un vero offseason.

È facile sedersi qui e dire che quella tournee è stata un male sia per me sia per Rafa. Penso che a volte sia una coincidenza. I margini di vittoria e disconfitta sono piccoli in questi giorni e me ne sono appena reso conto.

Agli Us Open sono margini andati a favore mio, qui no”.

La nuova schedule

Per lui è stato un offseason piena di impegni, partendo subito dopo la finale delle Atp Finals. Dalle esibizioni in Sud America con il tennista spagnolo ad altri eventi, questa volta in Oriente, prima della prima tappa stagionale, ossia la United Cup, dove Ruud era il numero uno di Norvegia.

Un programma che potrebbe cambiare in vista del prossimo dicembre, per giocare meglio i prossimi Australian Open. “Io e il mio team faremo delle valutazioni il prossimo dicembre. Forse questa non è stata la strada giusta per gli Australian Open, ma molti fattori incidono nel gioco”, ha dichiarato il finalista dell’ultima edizione del Roland Garros. Photo credits: Atp Tour

Australian Open
SHARE