Medvedev suona la carica per la nuova stagione: "Qui partirà un grande reset"

Il tennista russo accede al terzo turno degli Australian Open, con l'obiettivo di difendere la finale persa lo scorso anno

by Martina Sessa
SHARE
Medvedev suona la carica per la nuova stagione: "Qui partirà un grande reset"

Daniil Medvedev cerca ancora vendetta dalla finale dello scorso anno. Una finale persa contro Rafael Nadal che ha lasciato il segno nel tennista russo: dopo una stagione per lui di pochi alti e molti bassi, gli Australian Open sono l’occasione per ricominciare da zero.

“Penso mi abbia colpito in modo negativo: perdere quella finale Slam, dopo aver vinto il primo titolo in quello precedente. Poi non è che perdi la motivazione. È un po' difficile parlare della stagione, non puoi mai davvero sapere è andato storto, ma di sicuro arriverà un grande reset qui.

Mi sto godendo la folla, mi piace stare qui, giocare qui”, ha dichiarato in conferenza stampa. Il cammino per la vittoria è solo all’inizio, ma l’ex numero uno del mondo supera facilmente in tre set: 7-5, 6-2, 6-2 è il risultato finale.

“È stato un grande match. Di alto livello, con scambi lunghi. Sono felice di essere riuscito a mantenere la calma, a giocare bene e a vincere in tre set”, ha detto il campione Slam. Sempre in conferenza stampa, Medvedev ha parlato di Nadal e Djokovic, giocatori su cui pubblico e stampa si concentra maggiormente.

L'attenzione su Djokovic e Nadal

“La cosa più importante è focalizzarsi su se stessi. È l’unico modo per vincere. Djokovic può perdere, Nadal può perdere, Tsitsipas può perdere; ma se perdi anche tu, non conta che loro abbiano perso – dice scherzando, mentre più seriamente parla dei due campioni Slam, ‘rei’ di rubare la scena al finalista dello scorso anno - Non lo so, ma è normale quando ci sono Rafa e Novak, tutta l'attenzione si rivolge a loro.

È normale, soprattutto con tutto ciò che è successo con Novak l'anno scorso. Tutti stanno guardando lui, come se la caverà quest'anno?”. Ultimo passaggio sul ritorno ai piani alti del ranking Atp e alle fasi finali dei tornei importanti: “So cosa devo fare e come devo giocare per vincere questi tornei.

So di essere capace e questa è la cosa positiva. La cosa negativa è il fatto di essere sceso un po’ in classifica, quindi il sorteggio è più duro. Ma sono fiducioso che riconquisterò il mio posto in classifica, giocando meglio e vincendo contro i più forti”. Photo credits: Atp Tour

Australian Open
SHARE