"So esattamente cosa aspettarmi": Kokkinakis scalda i motori per il match vs Fognini

L'australiano affronterà al primo turno degli Australian Open l'azzurro e torna sull'affermazione fatta in precedenza, paragonando un loro scontro diretto ad uno zoo

by Martina Sessa
SHARE
"So esattamente cosa aspettarmi": Kokkinakis scalda i motori per il match vs Fognini

Primo turno da scintille al Melbourne Park. Tra i tanti che scenderanno in campo nel primo match di questa nuova edizione degli Australian Open, c’è anche la sfida tra Thanasi Kokkinakis e Fabio Fognini: l’australiano affronterà uno dei padroni di casa, vincitore della scorsa edizione del torneo di doppio proprio nel primo appuntamento Slam, in coppia con Nick Kyrgios.

Un primo turno che parte con ottime premesse, dichiarate dall’australiano in una precedente intervista. "Sarà una partita divertente, con un'atmosfera pazzesca. L'ultima volta che abbiamo giocato un match sono successe così tante cose che non si possono nemmeno descrivere, è stata l'occasione in cui ho pensato di essere in una specie di zoo, spero che martedì sia un po' più tranquillo”, ha dichiarato il tennista australiano in un’intervista.

Questa affermazione gli è stata riproposta nella conferenza stampa del Media Day e lui ha spiegato cosa si aspetta da questo nuovo match.

Le parole dell'australiano

“Probabilmente più o meno lo stesso, ad essere onesti.

L'anno scorso è stato pazzesco. So che sarà un'atmosfera folle. Almeno io penso di sapere cosa aspettarmi questa volta. L'anno scorso è stato qualcosa di assurdo. Mi aspettavo che fosse rumoroso, ma non mi aspettavo che fosse così.

È stato pazzesco. Penso di essere pronto per questo questa volta. Sono mentalmente pronto. Sì, ho intenzione di farla finita. L'anno scorso combattevo contro la folla, cercando di essere rilassato e di concentrarmi su me stesso”, ha dichiarato in conferenza stampa su questa sfida che si svolgerà sul campo 3 del complesso australiano.

Il precedente cui fa riferimento l’australiano è la sfida che è avvenuta a Ginevra, sulla terra rossa svizzera: ad uscire vincitore è stato lui, battendo l’azzurro in due set. Per l’unico altro precedente bisogna tornare indietro nel 2015, con la vittoria dell’australiano nel Masters 1000 di Parigi, con una vittoria in rimonta. Photo credits: Atp Tour

Australian Open
SHARE