Iga Swiatek torna su Ashleigh Barty: "Mi ha dato una grande motivazione"



by LUCA FERRANTE

Iga Swiatek torna su Ashleigh Barty: "Mi ha dato una grande motivazione"

Gli Australian Open saranno il vero primo esame della stagione 2023 per Iga Swiatek, chiamata a confermarsi la migliore tennista del circuito Wta. La polacca numero uno del mondo non si è nascosta nel corso del media day a Melbourne, consapevole di essere la grande favorita alla vittoria del titolo Slam.

"Avrò sempre quella parte perfezionista di me. Quando mi sento a disagio in campo, è difficile non essere dura con me stessa. La cosa più importante è trovare il proprio equilibrio in campo. Voglio assicurarmi che le cose che accadono nei giorni di allenamento non influenzino il mio stato d'animo.

Ci diamo così tanto a questo sport che a volte è complicato trovare l'equilibrio" ha spiegato in conferenza stampa.

Le parole di Iga Swiatek

Il parere della nativa di Varsavia sulla prima avversaria (Jule Niemeier): "Non ho guardato il sorteggio, so solo chi affronterò al primo turno.

Torno al sistema che ho avuto per l'intera annata scorsa, quindi non posso dire troppo. Ho giocato contro Jule agli US Open, è stata una partita molto intensa. Non sarà facile. Qualsiasi sfida del Grande Slam è sempre più intensa e stressante di qualsiasi altro torneo.

Mi farò trovare pronta. Non è passato molto tempo dall'ultima volta che abbiamo giocato, quindi posso imparare da quella gara. Ora so come si sente la sua palla sulla racchetta" ha sottolineato. Swiatek è tornata a parlare anche dell'australiana Ashleigh Barty: "Quando si è ritirata ho sentito che aveva ancora il miglior tennis.

Ero triste dal fatto che non potevo più giocare contro di lei e forse batterla. Dall'altra parte, mi ha dato molta motivazione e voglia di allenarmi ancora di più per avere più varietà in campo. Ho un grande rispetto per lei" ha aggiunto.

"È il primo Slam della stagione, il che rende le cose più facili in termini di fisico, perché dovremmo arrivare tutte più fresche. Mi sono sempre sentita più preparata per le partite lunghe, anche se le condizioni a volte sono dure.

Gli Us Open sono tosti perché si tengono a settembre, quindi sembra che siamo tutte più stanche. Le condizioni sono diverse, i campi sono più veloci, il tempismo è la cosa più importante" ha concluso.

Iga Swiatek Ashleigh Barty Australian Open