Murray allontana il ritiro e rivela il suo amore per il tennis: "Difficile smettere"

Il tennista scozzese si prepara alla nuova edizione degli Australian Open

by Martina Sessa
SHARE
Murray allontana il ritiro e rivela il suo amore per il tennis: "Difficile smettere"

Era il 2019 ed era proprio a Melbourne quando Andy Murray annunciò il possibile ritiro. “Gli Australian Open potrebbero essere il mio ultimo torneo, vorrei continuare fino a Wimbledon, ma non so se ci riuscirò.

Ho troppo dolore, è molto dura”, disse in una conferenza stampa shock prima del suo debutto in quella edizione del torneo del Grande Slam. Sono passati quattro anni da quelle parole ma il tennista scozzese è ancora in Australia, ancora a Melbourne per giocare gli Australian Open.

Prima del primo appuntamento Slam, il tre volte vincitore Slam ha partecipato al Kooyong Classic 2023, uno storico torneo di esibizione che torna dopo lo stop dovuto alla pandemia di Covid19. Proprio in questa occasione, il britannico ha spiegato l’amore per il tennis e di quant’ultimo sia questo l’ostacolo più grande da superare per prendere la via del ritiro.

Le parole sul ritiro

"Non so quanti qui giocano regolarmente a tennis, ma sono sicuro che sono tutti appassionati di questo sport. Se è così, capiranno quanto è bello questo sport e quanto sia difficile smettere di fare qualcosa che si ama tanto quanto io amo il tennis.

Amo questo sport, il tennis fa parte della mia vita da quando avevo 5 anni e anche se non sono più come prima da un po', posso continuare a praticarlo ad un buon livello. Ovviamente mi piacerebbe giocare di più e meglio di adesso, ma il mio amore per questo sport lo è soprattutto”, ha dichiarato l’ex numero uno del mondo ai microfoni di The Age.

Il ritiro, quindi, sembra essere una meta lontana nel futuro di Andy Murray. Lo scozzese, però, ha le idee chiare su come potrebbe, o non potrebbe, avvenire l'addio definitivo al tennis. "Di certo non avrò e non merito un addio del genere.

Roger si è meritato quella notte; è stato speciale avere tutti i suoi rivali storici lì a bordo campo. Io non avrò una partita d’addio, suppongo; probabilmente annuncerò quando giocherò il mio ultimo evento, ma non so quando sarà.

Gioco ancora un tennis competitivo e mi sento fisicamente bene contro i migliori giocatori", aveva dichiarato ai microfoni di Eurosport dopo la Laver Cup.

Australian Open
SHARE