Fabio Fognini e la sconfitta in Coppa Davis: "É stata una vera pugnalata"

Il tennista italiano è tornato a parlare della semifinale persa contro il Canada

by Antonio Frappola
SHARE
Fabio Fognini e la sconfitta in Coppa Davis: "É stata una vera pugnalata"

La sconfitta subita dall’Italia in Coppa Davis contro il Canada sembra aver lasciato il segno nel cuore e nella mente di Fabio Fognini. Grazie alla sorprendente vittoria ottenuta da Lorenzo Sonego ai danni di Denis Shapovalov nel match che ha aperto la semifinale con il Canada, il team azzurro si era assicurato la possibilità di chiudere i conti prima con Lorenzo Musetti e poi con la coppia formata da Fognini e Simone Bolelli.

Le cose, però, non sono andate secondi i piani. Il talento di Carrara ha perso nettamente contro Felix Auger-Aliassime e Bolelli non è potuto scendere in campo per un infortunio al polpaccio. Volandri ha così scelto di schierare Matteo Berrettini in doppio; il romano non disputava una partita ufficiale dal torneo ATP 250 di Napoli a causa dell’infortunio al piede.

Il duo Fognini-Berrettini non è riuscito a battere Auger-Aliassime e Vasek Pospisil e hanno dovuto dire addio al sogno Davis.

Fognini non dimentica la sconfitta in Coppa Davis

“La Coppa Davis è sempre stata il mio pallino.

Non lo nascondo, e lo dico col cuore in mano, è stata una vera pugnalata" , ha raccontato Fognini in un'intervista esclusiva rilasciata al quotidiano La Stampa. "Purtroppo è sempre più dura. Ormai ho 35 anni, Simone 37.

Quelli su cui puntare sono Berrettini, Sinner, Musetti. Bisogna fare in modo che in questa competizione siano molto uniti, cosa che non è mai facile in uno spot egoista come questo. Volandri? Col senno di poi è troppo facile criticare o dire che cosa si sarebbe potuto fare diversamente.

Forse all’interno del nostro spogliatoio avremmo potuto gestire meglio la situazione. Ma ormai è andata così” . Il Canada ha poi sconfitto nettamente in finale l'Australia di Alex de Minaur e conquistato per la prima volta nella storia la Coppa Davis.

La speranza di Volandri è quella di avere tutti i giocatori a disposizione nel 2023 per ottenere un successo che in Italia manca dal 1976. Solo la scorsa stagione, il team tricolore ha dovuto rinunicare a Jannik Sinner per un problema alla mano e non ha potuto schierare Berrettini in singolare per l'infortunio al piede. Photo Credit: Getty Images

Fabio Fognini Coppa Davis
SHARE