Tartarini rivela gli obiettivi di Musetti: "Abbiamo margini tecnici e tattici"

Lo storico allenatore del tennista italiano si è soffermato sulla prossima stagione

by Antonio Frappola
SHARE
Tartarini rivela gli obiettivi di Musetti: "Abbiamo margini tecnici e tattici"

Lorenzo Musetti è stato sicuramente uno dei migliori giovani del Tour ATP nel 2022. Il talento di Carrara ha dimostrato di poter competere contro i più forti tennisti del circuito maggiore e ha ottenuto i primi importanti successi nel mondo dei grandi.

Il primo è arrivato ad Amburgo nel corso di una settimana che lo ha visto prima annullare due match point a Dusan Lajovic all’esordio e poi battere all’ultimo atto del torneo Carlos Alcaraz. Il secondo, invece, ha trovato il suo perfetto epilogo nella finale tutta italiana vinta contro Matteo Berrettini a Napoli.

Musetti, proprio in virtù dei risultati raggiunti nel 2022, è stato premiato come miglior giocatore ai SuperTennis Awards.

Tartarini e il 2022 di Lorenzo Musetti

Simone Tartarini, storico coach dell’azzurro, ha parlato del suo allievo nel corso della cerimonia .

“A fine anno è giusto fare un bilancio, ma poi bisogna guardare avanti. Venerdì partiremo per l’Australia e stiamo già pensando alla United Cup e agli Australian Open. Fa sempre piacere ricevere questi premi, anche se durante la stagione naturalmente non ci pensiamo.Tra l’altro sarei dovuto essere anche tra candidati a coach dell’anno dell’ATP, ma non ho potuto partecipare perché non ho raggiunto ancora il numero minimo di tornei per l’eleggibilità.

Nel 2022 abbiamo fatto un investimento giocando tanto sul veloce e dando un peso relativo ai risultati. La scelta ha dato i suoi frutti e per la nuova stagione Lorenzo vuole provare la trasferta sudamericana: giocheremo Buenos Aires, Rio de Janeiro e Santiago.

A 20 anni è il momento di saggiare tutto, così che tra qualche anno potremo scegliere con ulteriore consapevolezza. La stagione è finita tardi con la Coppa Davis, quindi abbiamo rifiutato un paio di esibizioni perché volevamo fare una mini off-season incentrata sull’allenamento; ma ogni team guarda in casa propria e fa le sue scelte.

In campo abbiamo margini tecnici e tattici, ci stiamo focalizzando sui colpi di inizio gioco: fondamentali per fare la differenza con i Top 10" . Photo Credit: Reuters

SHARE