Stefanos Tsitsipas traccia la strada del successo: "È un buon segno se..."

Il tennista greco ha rilasciato delle dichiarazioni al podcast dell'Atp

by Martina Sessa
SHARE
Stefanos Tsitsipas traccia la strada del successo: "È un buon segno se..."

La prossima stagione è alle porte. Mancano poche settimane alla fine del 2022, ma il nuovo anno tennistico anticipa le feste di fine anno: il primo torneo, infatti, è la United Cup. È una nuova competizione che va in scena in Australia dal 29 dicembre all’8 gennaio, con squadre miste, composte da giocatori e giocatrici rappresentanti le loro Nazionali.

Mentre i protagonisti preparano il loro debutto, alcuni di loro stanno rilasciando delle breve interviste all’Atp Tennis Radio Podcast. A parlare di obiettivi futuri c’è il finalista del Roland Garros, Stefanos Tsitsipas.

Il greco ha stabilito i suoi prossimi obiettivi, inclusa la strada che bisogna percorrere per raggiungerli: “Guardo cose come le finali, quante ne sono stato in grado di giocare quest'anno, quanto sono stato costante nell’andare fino in fondo in questi tornei e se sono in grado di andare in profondità in questi tornei.

Se riesco ad essere costante, settimana dopo settimana, questo è un buon segno per me”. Se il numero quattro del mondo si pone in questa ottica rispetto al bilancio di fine anno, quello del 2022 conta più sconfitte che successi negli ultimi atti: sette finali disputate e solo due vinte, a Montecarlo, con il secondo titolo conquistato e a Mallorca.

Gli obiettivi di Dimitrov

Tsitsipas sarà atteso ora in United Cup, dove guiderà la compagina greca, in particolar modo dal punto di vista maschile della squadra. L'esordio è previsto per il 29 dicembre e affronterà il capitano della Bulgaria, Grigor Dimitrov: la Nazionale è entrata nella competizione proprio in virtù del suo ranking, il più alto di quelli che erano esclusi dal torneo.

Anche l’ex numero tre del mondo ha rilasciato delle dichiarazioni all’Atp Tennis Radio Podcast e anche lui ha fissato degli obiettivi per la prossima stagione: “Quello che voglio è migliorare ancora.

Ho fatto 13 stagioni nel tour, quindi penso di conoscere abbastanza bene i dettagli, ma mi piace sempre rivalutare e pensare qual è il nostro obiettivo questa volta, e magari provare anche qualcosa di nuovo”.

Qualcosa di nuovo dopo una stagione dove novità ci sono state, con un cambio di coach. È stato proprio Dante Bottini ad ufficializzare la fine del loro rapporto lavorativo; a sostituirlo è arrivato Daniel Vallverdu, che aveva allenato Dimitrov già dal 2016 fino al 2019.

Stefanos Tsitsipas
SHARE